Volleyball Nations League maschile: l’Italia vince contro il Canada ma solo al quinto set

Arriva la seconda vittoria per l’Italia. Gli azzurri avanti per 2 set a 0, si fanno rimontare ma non si lasciano sfuggire il tie-break e i due punti che ci allontanano dal fondo delle classifica.

Valentini cambia la maggior parte dei protagonisti in campo ma il risultato gli dà ragione. Questa nazionale giovane ha ancora qualche problema da risolvere ma nella partita di stasera ha sfoderato la miglior prestazione a muro fino ad ora e ridotto al minimo gli errori al servizio.

Guidati da Nelli, top scorer dell’incontro, e Recine pedina sempre più indispensabile del gioco azzurro, l’Italia vince contro il Canada con il punteggio di 3-2 (25-19, 25-21, 21-25, 21-25, 26-28, 15-11).

I sestetti. Il tecnico Hoag decide di schierare l’alzatore Sanders, le bande Perrin e Hoag, l’opposto Vernon-Evans, i centrali Szwarc e Van Berkel e il libero Bann. Valentini attua una mezza rivoluzione, manda in campo: Mosca, Cortesia, Spirito, Recine, Bottolo, Nelli e Balaso.

Volleyball Nations League

Primo set

Dopo una prima murata subita, la partita di Bottolo in attacco è tutta in crescendo. Spirito realizza il monster block del 4 pari. Il challenge chiamato dal primo arbitro conferma l’ace di Vernon Evans (6-7). L’opposto canadese per due volte consecutive viene fermato dal muro azzurro e trova la via della panchina sostituito da Sclater; ma Perrin restituisce il favore fermando Recine (12-12).

Con il pallonetto di Nelli l’Italia ottiene il massimo vantaggio nel set (13-17). I punti di differenza diventano 5 con un altro muro di Mosca (17-22). Cortesia approfitta del momento ‘no’ degli avversari e sigla l’ace del 17 a 24. È l’opposto in maglia blu a chiudere il set con una parallela vincente.

Secondo set

Coach Hoag affida la regia a Blankenau. Dopo l’ace, Hoag sbaglia il servizio e il punteggio rimane sul 5 pari. Con la parallela, Bottolo mette la firma sul +2 (6-8). Sono due i muri consecutivi di Cortesia che mandano gli azzurri sul 7 a 13. Entrano Jansen Van Doorn e Loeppky, ma i ragazzi di Valentini commettendo anche qualche errore di troppo riescono a mantenere un vantaggio importante.

Blankenau trova l’ace del 17 a 19 e permette al Canada di rientrare in partita. Si fa sentire Bottolo dai nove metri per il 17 a 23. Loeppky compie un ottimo turno al servizio e impreziosisce la sua prestazione con l’ace del 21 a 23. Ma ci pensa Recine a sbarrare la strada all’opposto avversario e a consegnare ai suoi anche il secondo parziale.

Terzo set

Il Canada non vuole smettere di lottare: Hoag parte subito potente in attacco e si aggiunge il primo tempo di Van Doorn per il 7 a 3. Con qualche regalo degli avversari e il pallonetto di Recine, il punteggio torna sull’8 pari. Spirito sceglie Cortesia al centro e ci manda al secondo time out tecnico avanti di due punti. Vernon Evans, entrato nuovamente in campo al posto di Sclater, ha messo a terra l’ace del 16 pari.

Bottolo viene fermato dal muro avversario e i canadesi tornano avanti (18-16). Mosca tiene in vita gli azzurri con il monster block del 19 pari. Non è sufficiente il doppio cambio nel campo tricolore, il muro di Vernon Evans permette al Canada di prolungare la partita.

Quarto set

Loeppky va a segno sia in pipe sia da posto 2 e il Canada prova subito ad allungare (8-4). Rimangono sempre 4 le lunghezze di vantaggio dei canadesi, ma l’Italia fatica a ricucire questo distacco. Galassi si presenta in campo con un primo tempo ‘da allenamento’ a cui seguono due ace di Nelli e il monster block di Spirito per il 13 a 14. Continua l’ottima prestazione a muro dei nostri portacolori, questa volta è il turno di Mosca per il +2 (17-19).

Il Canada torna avanti grazie ai due punti diretti al servizio del suo n.13 (21-19). Con la diagonale stretta di Michieletto gli azzurri pareggiano i conti (23-23). Nelli sbaglia il servizio e il parziale si deciderà ai vantaggi. La pipe vincente del Canada vale il 28 a 26 e il tie break.

Quinto set

Un tie-break che comincia in assoluta parità fino ai muri del +3 (3-6) ad opera di Recine e Cortesia. Ora è il n.28 italiano ad avere la situazione in mano, dopo una diagonale nel metro e mezzo va a segno anche in parallela (4-11). Vernon Evans annulla il primo match point ma Nelli chiude la partita con una diagonale sulla riga e conduce gli azzurri alla vittoria.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus