Volley maschile, a Perugia la Supercoppa Italiana

Volley maschile, Perugia conquista il primo trofeo della stagione: sua la Supercoppa Italiana, grazie al successo su Civitanova al tie break (20-25 25-22 23-25 25-22 15-8). Gli umbri si confermano assoluti protagonisti di questo inizio stagione.

La Sir Safety Susa Perugia ha vinto il primo trofeo di questa stagione di volley maschile: la Supercoppa Italiana è appannaggio degli umbri, che si sono aggiudicati l’ennesimo capitolo della sfida con la Lube Civitanova Marche al tie break (20-25 25-22 23-25 25-22 15-8).

Giannelli e compagni partono bene nel primo set, dove ottengono un break di quattro punti, ma poi vengono raggiunti nella fase centrale del set dagli attacchi di un ottimo Garcia, già determinante nella semifinale contro Modena.

I cucinieri prendono il largo, e lavorando bene a muro acquisiscono un vantaggio di cinque punti (18-13), che riescono a portare sino alla fine del set, quando Perugia fallisce dai nove metri e regala il primo set agli avversari.

Perugia vince la Supercoppa Italiana. Dall’account Twitter ufficiale della squadra umbra (@SIRVolleyPG)

Secondo parziale con gli umbri che ripartono bene: Giannelli firma, di seconda, il 3-7, e se Civitanova prova a riavvicinarsi ancora con Gabi Garcia, gli umbri mantengono stavolta le distanze di sicurezza, e si portano sul 6-11 con l’ace di Russo.

Perugia mantiene un buon margine di vantaggio, che la Lube prova ad erodere con Bottolo e Yant, nel finale di set. Perugia rimane comunque concentrata, e chiude il set sul 22-25 dopo un errore in battuta degli avversari.

Terzo set con la Lube che torna avanti: i marchigiani recuperano due punti di svantaggio col muro di Yant su Leon, e scappano sul 18-15 con un ottimo turno in battuta di Nikolov. Qualche errore di troppo in attacco permette a Perugia, incisiva dai nove metri con Leon, di pareggiare sul 20-20. Nelle fasi decisive del set è sempre Gabi, stavolta presente a muro, a trascinare la sua squadra, che si aggiudica il parziale sul 25-23 con un ace di Bottolo.

Quarto set che vede Perugia riequilibrare le sorti dell’incontro: la squadra umbra recupera cinque punti di svantaggio ai cucinieri nelle prime fasi del set, e si porta in parità sul 10-10 con Plotnytskyi. Il set procede sul filo dell’equilibrio, finché Giannelli non mette giù il pallone del 17-19. Perugia segue la scia dell’entusiasmo, e martella con Leon conquistandosi due set point. Sempre Plotnytskyi mette giù il pallone decisivo, del 22-25, che porta il match al quinto set.

Quinto set con Perugia che scappa via trascinata da Leon. Il fuoriclasse cubano varia i propri colpi, e manda in crisi il muro avversario col pallonetto. Due muri consecutivi portano Perugia sul 4-10, mente un errore di Zaytsev certifica che la Lube è uscita dal match (4-12). Gli umbri si trovano a gestire, dunque, sette match point, e un errore della Lube al servizio consegna agli uomini di Grbic il primo trofeo stagionale.