Volley femminile, l’Italia perde con la Serbia nel test preolimpico

Terza sconfitta in altrettante amichevoli per l’Italia di coach Mazzanti, che perde nuovamente al tie-break. Sylla esce dal campo dolorante. Si teme per le Olimpiadi.

L’Italvolley di Mazzanti esce sconfitta ed incerottata dalla terza amichevole preolimpica con la Serbia. A Belgrado le azzurre incassano un nuovo ko al tie-break (18-25; 25-23; 26-24; 22-25; 14-16), dimostrando di non essere ancora ben rodate in vista della rassegna a cinque cerchi.

Come se non bastasse, la nazionale perde il proprio capitano, Myriam Sylla, uscita vistosamente dolorante all’inizio del terzo set. Per la schiacciatrice dell’Imoco si teme una distorsione alla caviglia, infortunio che ne comprometterebbe la presenza ai giochi.

Dopo un brutto primo set, perso nettamente 25-18 con una ricezione e una fase difensiva che hanno lasciato parecchio a desiderare, la squadra azzurra ha saputo ribaltare il punteggio rientrando in campo molto più determinata e concreta, approfittando anche di qualche passaggio a vuoto nella metà campo serba. Vinto il terzo set ai vantaggi, la squadra di Mazzanti ha subito la reazione rabbiosa delle avversarie nel set successivo, quando la Serbia si è portata addirittura sul parziale di 5-1.

Un errore di Egonu ci è costato il set, mandando la partita al tie-break, Qui è stata Boskovic a chiudere la contesa ai vantaggi, con un mani-fuori. L’Italia esce da Belgrado con tre sconfitte da smaltire. Lo si potrà fare solo attraverso il lavoro e la consapevolezza degli aspetti su cui migliorare.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€