Volley, Champions League femminile: Novara batte Police al tie-break

Vittoria sofferta ma importante per la Igor Gorgonzola Novara sul Chemik Police, nella gara valevole per terza giornata della Pool E di Champions League volley femminile.

Le ragazze di Lavarini giocano un’ottima gara nei primi due set e sembrano poter archiviare il discorso in tre parziali come le altre due gare. Poi le polacche recuperano, trascinate da una splendida Lukasik che accompagna il match al tie-break.

L’ultimo parziale vede Novara piazzare un allungo decisivo che la porta sul 12-5, per poi chiudere il match dopo una partita molto complicata dal punto di vista mentale, condizionata anche dalla perdita di Washington per infortunio nel corso del terzo set.

Novara Chemick Police: il racconto del match

Primo set con Novara che trova subito un break importante sul 4-0 con Smarzek che trasforma un pallonetto, Hancock che va subito a fare male in battuta e Brakocevic che attacca out.

Il Police si ricompatta durante il timeout chiamato dal proprio coach e sfruttando la qualità di Brakocevic, oltre a due errori consecutivi di Herbots, si porta sul sei pari.

La gara si muove allora sul filo del punto a punto, finché Washington non spezza l’equilibrio con l’ace dell’11-9.

Il Police ricuce subito lo strappo e poi si porta addirittura in vantaggio sul 13-14 con Brakocevic che mura Herbots.

BVantaggio di +2 per le polacche con un errore di Smarzek in pipe per il 15-17. Brakocevic in parallela mette a segno il punto del 17-19, finché Bonifacio (primo tempo) e Hancock (ace) non firmano la parità.

Novara si affida a Daalderop nel finale di set e l’olandese attacca sulle mani del muro per il 23-21-

Un muro di Herbots su Lukasic vale il set point (24-21), ma il Police recupera lo svantaggio e, dopo un errore della stessa Herbots, si guadagna i vantaggi.

Set che viene allra deciso sul 27-25 dopo un errore di Brakocevic in attacco.

Il secondo set si apre con le polacche che firmano un break sul 4-1 con Wasilewska che capitalizza una ricezione slash.

Novara prova subito a recuperare e, dopo aver messo a segno un muro con Bonifacio e un attacco in diagonale con Smarzek, riagguanta le avversarie sul cinque pari dopo un errore di Brakocevic.

Ancora il Chemick si porta avanti di tre (6-9) con un muro out di Grajber, poi Novara riesce a ricucire con un muro di Hancock sulla sua pariruolo Kowalewska e una diagonale di Smarzek.

Herbots firma l’ace del 10-9 e da quel momento Novara firma un break importante che la porterà sul +6: Washington trasforma un primo tempo, mentre Bosetti è brava a lavorare un pallonetto. Un altro ace dell’americana e una “sette” di Bonifacio fissano il punteggio sul 15-10, mentre Bosetti mura Polec per il 17-11.

Novara continua a spingere e si porta sul 2′-13 con un muro di Smarzek su Lukasic, poi Washington sale in cattedra mettendo a segno un primo tempo e un attacco sulle mani del muro (23-16).

Il Chemik prova a rientrare e lo fa fino al 23-20 con un diagonale di Brakocevic. Bosetti toglie però le castagne dal fuoco con un muro out su Wasilewska per il 25-22 finale.

Nel terzo e quarto parziale si assiste invece ad un’altra partita, con il Chemick che si guadagna un break sul 36 grazie a un ace della subentrata Polec, poi allunga sull’8-12 con una diagonale di Brakocevic e un pallonetto di Lukasik.

Novara non riesce a colmare il gap con un errore al servizio di Hancock (9-13), una fast di Polec (11-14) e un attacco di Bonifacio che viene fermato sul nastro (12-15).

Bosetti (diagonale) e Washington (ace), cercano di mantenere Novara in scia (16-17), ma un errore di Smarzek sulla parallela e un mani out della solita Lukasik riportano il punteggio sul 17-20. Set che si chiude dunque sul 21-25 con un attacco in diagonale di Brakocevic.

Analogo punteggio per il quarto parziale, che vede le polacche elevare il livello della propria difesa e portarsi subito sullo 0-3 grazie a una super Brakocevic.

Novara subisce il gioco delle avversarie e viene rispedita a -3 da Lukasik (12-15), che passa con l’aiuto del nastro. Grajber manda le sue compagne sul +4 (12-16) e Lavarini è costretto a chiamare tempo.

Pausa che non migliora la situazione in quanto Novara, dopo essersi portata sul 18-20 con Bosetti, subisce un break di tre punti, che fissa il punteggio sul 20-23, dopo un errore in ricezione di Bonifacio.

Ci pensa Brakocevic a chiudere il set (21-25) con due poderosi attacchi in diagonale, dopo che Chirichella aveva messo a segno un buon primo tempo in combinazione con Hancock.

Il tie-break si apre con Novara sotto 2-0 dopo un muro di Lukasik su Smarzek. Le piemontesi ritrovano però subito la quadra e riescono a portarsi sul quattro pari sfruttando un fallo al palleggio di Kowalewska e una diagonale di Herbots.

Da quel momento Novara dilaga e trova il punto dell’8-4 con un ace di Bonifacio. Chirichella mura Brakocevic (10-5), per poi approfittare di una ricezione slash da parte delle avversarie (11-5).

Brakocevic attacca out una palla profonda (12-5), poi una diagonale di Herbots e un altro errore dell’opposto del Police regalano il match point a Novara.

Match point capitalizzato subito (15-6), dacché Wasilewska attacca sulla rete su un muro ben posizionato di Bosetti.

Novara vince dunque il girone di andata della Pool E con 8 punti e ora ha messo un piede importante nei quarti di finale.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus