Rinnovo Vlahovic, Commisso annuncia che salta tutto! Juventus ed Inter in agguato

La Fiorentina, per bocca del presidente Rocco Commisso, ha annunciato che Dusan Vlahovic non rinnoverà il contratto in scadenza nel giugno del 2023. L’attaccante classe 2000 ha rifiutato qualsiasi proposta pervenutagli, e ora le big, Juventus ed Inter in testa, sono pronte ad affondare il colpo.

Dusan Vlahovic non rinnoverà il proprio contratto con la Fiorentina. L’annuncio, ormai nell’aria da settimane, ma che arriva comunque a raggelare i cuori dei tifosi “viola”, viene direttamente dal presidente Rocco Commisso, che si è esposto pubblicamente sul sito ufficiale del club.

Dal mio arrivo a Firenze ho sempre promesso ai nostri tifosi che sarei stato sincero con loro e che non avrei mai fatto promesse che non potevo mantenere – ha esordito l’imprenditore italo-americano – Desidero, pertanto, aggiornare il Popolo Viola relativamente ad una questione di cui si è molto parlato e scritto in questi mesi, ovvero il rinnovo del contratto di Dusan Vlahovic“.

Come sapete – ha proseguito Commisso con toni amareggiati – al ragazzo era stata fatta una proposta di contratto importante, che l’avrebbe reso il giocatore più pagato della storia del club, e che è stata migliorata più volte per venire incontro alle sue richieste e a quelle del suo agente. La nostra offerta era stata, inoltre, nel tempo migliorata in più occasioni per venire incontro alle richieste sia di Dusan che del suo entourage, ma, nonostante i nostri sforzi, la proposta di rinnovo non è stata accettata.“.

Immagine
Dusan Vlahovic, attaccante della Fiorentina. Foto dal suo profilo Twitter

Vlahovic, i dettagli di un rinnovo più volte rifiutato

Effettivamente la Fiorentina ha trattato tanto con Vlahovic e il suo entourage per blindarlo ed adeguarne lo stipendio al valore di mercato. Attualmente il serbo guadagna meno di un milione all’anno, e la società toscana si era spinta ad offrire fino a quattro milioni a stagione, con la promessa di inserire una clausola rescissoria da 80 milioni che avrebbe permesso ai top club, desiderosi di mettere le mani sul ventunenne, di accaparrarselo senza arrecare danni alla società che lo ha lanciato nel grande calcio.

Nulla di ciò è stato possibile, perché Vlahovic ha rifiutato il rinnovo a più riprese, convinto di portare il contratto a scadenza o, comunque, costringere la Fiorentina a cederlo a “ribasso”. Il contratto di Vlahovic scade infatti nel 2023 e, non venderlo quest’estate vorrebbe dire esporsi al rischio di perderlo a parametro zero nella prossima stagione.

Vlahovic: l’Haaland della Serie A che fa gola a Juventus ed Inter

Uno scenario molto inquietante per i colori viola, ma altamente plausibile. Stiamo parlando di uno dei migliori prospetti nel ruolo a livello mondiale, secondo solo ad Erling Haaland, suo coetaneo e pari ruolo, per precocità e prospettiva.

In questa stagione siamo già a sei gol in otto presenze complessive tra Serie A e Coppa Italia. Cinque in meno del norvegese, che però col Borussia Dortmund gioca la Champions League. Naturale che un talento simile faccia gola a tanti club di prima fascia.

Prima fra tutte la Juventus che, insieme all’Inter, aveva chiesto informazioni già la scorsa estate. Ai bianconeri era stato risposto che sarebbero serviti almeno 70-80 milioni, cifra simile a quella proposta come clausola rescissoria nel contratto che è stato rifiutato.

Entrambe, al netto delle difficoltà finanziarie, concluderebbero un affare assicurato. “Madama”, dopo aver perso Cristiano Ronaldo ed essersi lasciata sfuggire proprio Haaland nel gennaio 2020, potrebbe rifarsi con l’ariete serbo. L’Inter, dal canto suo, può assicurarsi un controfiguro di assoluta qualità per Edin Dzeko, che andrà sostituito nei prossimi due-tre anni.

Non ci resta che prendere atto delle volontà del giocatore“, chiosa Commisso nel comunicato emesso oggi. Parole che sanno di dichiarazione di resa.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€