Villarreal-Juventus, Allegri: “Abbiamo il 50% di possibilità di passare il turno. Noi giochiamo per vincere, devo difendere Vlahovic”

L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida di Champions League contro il Villarreal. Il tecnico bianconero ha predicato calma ed equilibrio prima di questa sfida.

Domani alle ore 21:00 trasferta in Spagna per la Juventus che all’Estadio de la Ceramica affronta il Villarreal nella partita valevole per l’andata degli ottavi di finale di Champions League.

La Juventus vorrà riscattarsi in campo europeo dopo il brutto pareggio nel derby contro il Torino, mentre il Villarreal ha travolto 4-1 il Granada in Liga nell’ultimo turno. Il Submarino Amarillo ha anche pareggiato col Real Madrid recentemente, facendo capire come non sarà affatto semplice batterlo.

Si preannuncia un ottavo di finale molto equilibrato ed anche Massimiliano Allegri in conferenza stampa quest’oggi lo ha presentato in questo modo. Per Allegri sia Juventus che Villarreal hanno le stesse possibilità di passare il turno: “Non è un ottavo scontato, abbiamo il 50% di possibilità di passare il turno. Loro vengono da un buon periodo come noi. Sono esperti e hanno un allenatore molto bravo che non dà vantaggi. Dovremo stare attenti ai dettagli e portare l’episodio dalla nostra parte. Bisogna fare una partita ordinata e di pazienza. Il nostro obiettivo è passare il turno, ma il turno non lo passiamo domani a meno che non vinci 3/4 a 0”.

Allegri è poi tornato sulle recenti sfide contro Atalanta e Torino e non si è detto d’accordo sul fatto che la Juventus abbia avuto problemi offensivi. Per il tecnico livornese, la Juventus ha fatto una buona partita contro il Torino e che ci vuole equilibrio quando si giudica una squadra, sottolineando come si è passati dal candidare la Juventus al titolo al mettere in dubbio il suo quarto posto.

Allegri si è soffermato anche su Vlahovic, autore di una brutta prova contro il Torino, difendendo il proprio attaccante: “Io dovrò proteggere Vlahovic, i giocatori più giovani o con meno esperienza. Quando avrà giocato 60/70 partite in Champions sarà un giocatore diverso, ma non è una questione tecnica ma di pressioni. L’altro giorno si è ritrovato una prima pagina del Corriere dello Sport dove si diceva che non aveva fatto gol ed era la prima volta che capitava. Bisogna fare un passetto alla volta con i giocatori e con la squadra”.

La Juventus, come affermato da Allegri, ha sempre l’ambizione di vincere ed il tecnico bianconero ha ribadito come ci voglia il giusto equilibrio e la giusta stabilità per poter riuscire ad arrivare in fondo ad un percorso di crescita: “Stiamo facendo un percorso ottimo. Poi ovvio che noi giochiamo per vincere la Champions, l’ambizione c’è. E in Coppa Italia e in campionato è uguale, bisogna essere più equilibrati. Capisco che il vostro lavoro è dare un giudizio, poi dopo tre giorni scrivete l’opposto perché magari la squadra vince. Però, io sono l’allenatore e devo dare equilibrio e stabilità che è la cosa che porta in fondo”.

Quest’anno in Champions League i gol in trasferta non varranno più doppio e nessuno farà più calcoli. Secondo Allegri questa è un’arma a doppio taglio e ci sono sia e i pro che i contro, affermando come domani si debba offrire una bella prestazione ed è convinto che i suoi ragazzi la offriranno.

Per quanto riguarda la formazione, Allegri ha annunciato il ritorno di Bonucci, mentre è ancora out Bernardeschi che però è ormai sulla via del recupero. Ci sarà anche Rabiot nonostante la botta subita alla caviglia in allenamento, mentre potrebbe esserci un’opportunità da titolare per Arthur, anche se Allegri ancora non ha sciolto i dubbi per quanto riguarda il centrocampo.

Con le nuove regole, per Allegri anche un pareggio sarebbe un risultato positivo. Il tecnico bianconero ha affermato come con le nuove regole tutto cambia: “Il risultato positivo è un buon risultato. Con le nuove regole è completamento diverso. Prima potevi prenderne una e vincere l’altra ed eri passato, ora è diverso”.

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei