Video Highlights Atalanta-Inter 0-0: Sintesi 16-1-2022

Video Gol e Highlights Atalanta-Inter 0-0, 22° Giornata Serie A: pareggio senza reti

Finisce con uno spettacolare pareggio, ma a reti bianche, la bellissima sfida tra Atalanta e Inter al Gewiss Stadium di Bergamo, conosciuto anche come Stadio Atleti Azzurri d’Italia, nel posticipo serale della domenica della ventiduesima giornata di Serie A, terzo turno del girone di ritorno.

I meneghini vengono fermati dopo otto vittorie consecutive, ma allungano a tredici i risultati utili consecutivi e raggiungono quota cinquanta punti, in attesa del recupero.

Anche i bergamaschi devono recuperare una partita, ma nel frattempo si portano a quota quaranta due punti, un solo punto di vantaggio sulla quinta, con questo terzo risultato utile consecutivo.

Sintesi di Atalanta-Inter 0-0

Tantissime assenze per l’ex Gian Piero Gasperini, orfano di Toloi, Hateboer, Maehle, Gosens, Ilicic, Malinovskyi e Duvan Zapata, tra lungodegenti e calciatori positivi al Covid-19. Ed ecco tante sorprese, dunque, visto che il centrocampo è tutto rivoluzionato con De Roon, Koopmeiners e Freuler con Pezzella, che a questo punto potrebbe essere anche abbassato sulla linea dei difensori, a quel punto non più a tre con Djimsiti, Demiral e Palomino, ma a quattro, davanti a Musso, mentre in attacco spazio a Pessina al fianco di Pasalic alle spalle del confermato Muriel. Infatti, partono dalla panchina Miranchuk, ormai ceduto, e Piccoli, che aspetta solo l’ultimo ok per partire in prestito.

Intera rosa a disposizione per Simone Inzaghi, che fa un po’ di turnover dopo la vittoria della Supercoppa Italiana di mercoledì e in attesa dell’esordio in Coppa Italia della prossima settimana. In difesa si rivede D’Ambrosio con Skriniar e Bastoni, a protezione di capitan Handanovic, così come sulla destra spazio a Darmian, e Perisic dalla parte opposta. In mediana ci sono i titolari Barella, Brozovic e Calhanoglu, mentre Alexis Sanchez, decisivo per vincere il primo trofeo della stagione, o l’ultima della scorsa stagione, si è guadagnato un posto da titolare alle spalle di Dzeko, con buona pace per Lautaro Martinez, che parte dalla panchina.

E’ una partita meravigliosa nel primo tempo, disputato su ritmi elevatissimi. C’è grande intensità in campo, si combatte su ogni palla, entrambe le squadre pressano con aggressività e giocano molto bene palla al piede, ma a fare maggiormente possesso sono gli ospiti, mentre i padroni di casa cercano di rubare palla nella metà campo avversaria.

Le due squadre faticano a costruire vere e proprie occasioni, ma solo situazioni pericolose, come il colpo di testa impreciso di Dzeko e il destro di Sanchez, in realtà partito da un fallo su Muriel che con il VAR sarebbe stato sicuramente chiamato, sul quale Musso compie un vero e proprio miracolo, mentre Dzeko spara in curva da buona posizione.

Con il passare dei minuti gli ospiti danno vita ad un vero e proprio monologo che si trasforma ben presto in una sorta di assedio contro padroni di casa completamente rintanati nella propria metà campo e costretti anche a fare qualche fallo, come dimostra il giallo comminato a De Roon, ma a sfiorare la rete è Pessina, che impegna Handanovic di testa, prima dell’ammonizione a Brozovic.

Non cambia il copione della partita nel secondo tempo, visto che si gioca su ritmi super intensi, con l’unica differenza che le due squadre cominciano ad allungarsi leggermente nel tentativo di segnare favorendo lo spettacolo e il divertimento.

L’occasione per passare in vantaggio è nei piedi di Pessina, dopo una bellissima triangolazione con Pasalic, ma Handanovic fa il fenomeno negandogli la gioia del gol, mentre Dzeko prima non trova la porta di testa e poi tira addosso a Musso dentro l’area di rigore poco prima del giallo a Calhanoglu e un salvataggio di Pessina su Darmian.

Gli ospiti provano a cambiare qualcosa con le sostituzioni: dentro Dumfries, Correa, che farà ammonire Palomino, e Vidal, fuori Darmian, Calhanoglu e Alexis Sanchez. E, infatti, proprio Dumfries serve di sponda a Dzeko la possibile palla gol del vantaggio, su cambio di gioco del solito Barella, ma l’attaccante bosniaco è clamorosamente poco cinico sotto porta.

Meglio gli ospiti nella seconda metà della seconda frazione di gioco, ma Musso alza la saracinesca sul destro a botta sicura di Vidal e D’Ambrosio spara in curva subito dopo, che costringono i padroni di casa ad inserire Miranchuk al posto di uno stanchissimo Pessina, tra i migliori dei suoi.

Il cambio sembra dare speranze ai padroni di casa, che sfiorano il vantaggio con i colpi di testa di Pasalic e Demiral, leggermente imprecisi più volte, mentre ancora una volta è Handanovic a salvare il risultato sul contropiede di Muriel, che spaventa gli ospiti, tanto da cambiare Bastoni e Dzeko con De Vrij, subito pericoloso di testa, e Lautaro Martinez.

Nel finale c’è spazio anche per Piccoli al posto di Muriel, ma ancora una volta Handanovic è una piovra due volte sulle conclusioni di Pasalic, poi sostituito da Zappacosta, e D’Ambrosio si divora il gol vittoria tutto solo davanti al portiere dopo una triangolazione meravigliosa con Barella.

Highlights e Video Gol di Atalanta-Inter 0-0:

Tabellino di Atalanta-Inter 0-0

Atalanta (4-2-3-1): Musso; Djimsiti, Demiral, Palomino, Pezzella; De Roon, Freuler; Pessina (33′ st Miranchuk), Koopmeiners, Pasalic; Muriel (41′ st Piccoli). A disp.: Rossi, Sportiello, Scalvini, Zuccon, Cittadini, Panada, Zappacosta. All.: Gasperini


Inter (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Bastoni (38′ st De Vrij); Darmian (21′ st Dumfries), Barella, Brozovic, Calhanoglu (21′ st Vidal), Perisic; Sanchez (22′ st Correa), Dzeko (37′ st Lautaro Martinez). A disp.: Radu, Gagliardini, Vecino, Sensi, Kolarov, Ranocchia, Dimarco. All.: Inzaghi


Arbitro: Massa 
Marcatori:
Ammoniti: De Roon (A), Brozovic (I), Calhanoglu (I), Palomino (A)
Espulsi:
Note:

Seguici su Telegram

Rimani aggiornato sulle ultime novità, i Pronostici Scommesse e i migliori Bonus Bookmaker.

Copyright © stadiosport.it - È vietata la riproduzione di contenuti e immagini, in qualsiasi forma.

I migliori Bookmaker

I migliori siti di Scommesse in Italia

Caratteristiche:
Triplo Bonus!
5€ in Bonus Scommesse +20€ in Game Bonus

Fino a 100€ Sul Primo Deposito - Codice Bonus ITA125

William Hill si impegna a sostenere il Gioco Responsabile

Caratteristiche:
Offerta di Benvenuto
Bonus del 50% fino a 100€

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Consulta le probabilità di vincita sul sito di ADM.

Caratteristiche:
Scommesse e Casinò
BONUS FINO A 1.315€

Puoi giocare solo se maggiorenne. Il gioco può causare dipendenza patologica.

Caratteristiche:
Bonus Sport
15€ FREE

+ FINO a 300€ di BONUS sul PRIMO DEPOSITO

Caratteristiche:
Fino a 500€ Bonus Sport
+250€ Play Bonus Slot al primo deposito

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza patologica. Informati su Probabilità di Vincita

Scopri tutti i Bookmakers
Copyright © 2011 - 2024 - stadiosport.it è un sito di proprietà di Seowebbs Srl - REA: LE 278983
P. IVA 04278590759 Testata giornalistica iscritta al Tribunale di Lecce N.12/2016
Tutti i diritti riservati. Le informazioni contenute su stadiosport.it non possono essere pubblicate, diffuse, riscritte o ridistribuite senza previa autorizzazione scritta di stadiosport.it