Video Gol Highlights Monza-Venezia 1-4: sintesi 20-03-2021

Il Risultato di Monza-Venezia 1-4: grazie ad una prestazione scintillante, i lagunari si guadagnano il 4° posto e mettono nel mirino la seconda posizione, distante solo tre lunghezze, mentre i brianzoli perdono la terza piazza a beneficio del Lecce.

Aramu sigla una splendida tripletta e, dopo l’illusorio gol di Armellino, Esposito cala il poker.

La Sintesi di Monza-Venezia 1-4

I lagunari partono fortissimo e al 6° sono già in vantaggio: Johnsen sorpassa Carlos Augusto sulla fascia e crossa per Di Mariano, che controlla in area e serve poi Aramu per il sinistro angolato che si insacca nell’angolo lontano.

Al 19°, mentre il frastornato Monza prova ad uscire almeno dalla sua metà campo, il Venezia trova addirittura il raddoppio con un’azione altamente spettacolare: una serie di passaggi e cambi di gioco culmina con il bel tocco sotto di Fiordilino per Johnsen, il cui tiro respinto bene da Di Gregorio in uscita viene ribadito in rete ancora da Aramu.

La squadra di Brocchi è in confusione totale e non funziona nulla dei suoi consueti schemi: Carlos Augusto non riesce mai a sfondare per andare al cross e non gira nessuno degli uomini più tecnicamente dotati, Boateng e Mota Carvalho in primis, e così il primo tiro giunge solo al 45° con il numero 7, che non inquadra lo specchio. La prima frazione termina senza recupero.

Serie B

L’avvio di ripresa è favorevole sempre ai veneti, che continuano a sciorinare bel calcio e vanno al tiro con Fiordilino, che non inquadra la porta.

Al 55° Fiordilino controlla il traversone di Di Mariano e, entrato in area, viene steso da Boateng: il rigore è ineccepibile e Aramu lo trasforma spiazzando Di Gregorio e realizzando la sua prima tripletta in carriera.

Subito dopo il Monza ha un sussulto d’orgoglio: un calcio di punizione calciato da lunghissima distanza viene allontanato da Ferrarini, ma appena fuori area è appostato Armellino per il tiro di prima intenzione che al 58° batte Pomini e riapre la contesa.

Nonostante il gol e una partita meno remissiva, il Monza si vede poco e rischia l’imbarcata quando Maleh sceglia l’assist anziché il tiro da buona posizione e quando Johnsen coglie la traversa a tu per tu con Di Gregorio.

Anche il Venezia, però, rischia di sprecare il suo vantaggio al 74° con un tentativo di Anastasio da posizione angolata sul palo di Pomini che riesce a sventare il pericolo.

Anastasio riprova poco dopo, stavolta senza inquadrare lo specchio. Il Venezia inevitabilmente si chiude il Monza prova a fare l’impresa, ma il risveglio, comunque minimo, è tardivo e viene vanificato dal quarto gol degli ospiti firmato da Esposito, che aggancia un corner in area e dribbla i suoi impotenti avversari battendo infine Di Gregorio con un preciso sinistro angolato che chiude la contesa.

Migliori in campo Aramu (8.5), che raggiunge l’apice di una stagione straordinaria con un’inattesa tripletta, e Armellino (6), che illude i suoi. Male il solo Boateng (4), disastroso in avanti e anche in difesa; suo il fallo che regala il rigore agli avversari.

Il Video Gol Highlights di Monza-Venezia 1-4

Il Tabellino di Monza-Venezia 1-4

Monza (4-3-1-2): Di Gregorio; Sampirisi, Bellusci, Pirola, Carlos Augusto (46′ Anastasio); Frattesi (46′ D’Errico), Scozzarella (68′ Colpani), Armellino; Boateng (59′ D’Alessandro); Mota Carvalho, Diaw (59′ Maric). Allenatore: Brocchi

Venezia (4-3-1-2): Pomini; Ferrarini, Modolo (89′ Svoboda), Ceccaroni, Molinaro; Fiordilino (90′ Bjarkason), Taugourdeau, Maleh; Aramu (61′ Esposito); Johnsen (84′ Crnigoj), Di Mariano (61′ Mazzocchi). Allenatore: Zanetti

Marcatori: 6′ 19′ e 56′ rig. Aramu, 58′ Armellino e 86′ Esposito

Arbitro: Volpi

Ammoniti: Armellino, Di Mariano, Scozzarella, Mazzocchi e Molinaro

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 28 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureando in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana