Video Gol Highlights Inter-Lazio 2-1: Sintesi 9-1-2022

Video Gol e Highlights Inter-Lazio 2-1, 21° Giornata Serie A: segnano Bastoni, Immobile e Skriniar

L’Inter batte la Lazio allo Stadio Giuseppe Meazza di Milano, conosciuto anche come Stadio San Siro, nel posticipo serale della ventunesima giornata di Serie A, secondo turno del girone di ritorno.

Il 2022 si apre come si era concluso il 2021 per i nerazzurri, che difendono il primo posto con l’ottava vittoria consecutiva e tenendo i secondi in classifica ad un punto di distanza, ma con una partita da recuperare.

Un’altra sconfitta in un big match per i biancocelesti, che perdono la seconda partita consecutiva, allungano a tre la striscia di assenza di vittorie, in cui hanno collezionato un solo punto e allontanandosi addirittura a nove punti dal quarto posto.

Sintesi di Inter-Lazio 2-1

Non ci sono grandi sorprese nella formazione titolare del grande ex Simone Inzaghi, orfano dello squalificato Calhanoglu e di Cordaz e Satriano, positivi al Covid-19. Infatti, se in difesa il trio è il solito, quindi Skriniar, De Vrij e Bastoni davanti a capitan Handanovic, in mediana il tecnico ha optato per un più attento Gagliardini al fianco di Brozovic e Barella, preferendolo a Vidal, Vecino e Sensi, mentre Dumfries e Perisic lasciano in panchina Darmian. In attacco c’è Alexis Sanchez al fianco di Lautaro Martinez, con buona pace dell’altro grande ex, Correa, che partirà dalla panchina.

Oltre ad Akpa-Akpro, convocato in nazionale per disputare la Coppa d’Africa, Maurizio Sarri deve fare a meno di Acerbi, un titolarissimo, che viene sostituito da Radu in coppia con Luiz Felipe, che piace proprio ai nerazzurri per l’anno prossimo, avendo il contratto in scadenza a giugno, in una difesa completata da Marusic e Hysaj sulle fasce. In mediana Basic vince a sorpresa il ballottaggio con Luis Alberto, mentre Cataldi viene preferito a Lucas Leiva, come da pronostico, nel trio completato da Milinkovic-Savic. In attacco ci sono i tre piccoletti, cioè Pedro, Felipe Anderson e capitan Immobile.

E’ una partita molto combattuta ed equilibrata nel primo tempo, disputato su ritmi abbastanza blandi. I padroni di casa provano a pressare con aggressività, così da rendere il possesso palla degli ospiti abulico, ma le due squadre faticano a decollare.

Dopo un colpo di testa impreciso di Perisic, al 17′ minuto il VAR annulla la rete di Lautaro Martinez per posizione di fuorigioco su verticalizzazione geniale di Alexis Sanchez.

E’ proprio Sanchez ad obbligare Strakosha a fare il fenomeno poco dopo, per poi ripetersi replicando il miracolo sulla conclusione a botta sicura di Lautaro Martinez.

Sul calcio d’angolo successivo, al 30′ minuto i padroni di casa sbloccano il risultato trovando il gol del vantaggio con un sinistro a fulmicotone di Bastoni da fuori area.

Ma al 35′ minuto la difesa dei padroni di casa, con la complicità di un clamoroso errore in uscita di Handanovic su lancio di Cataldi, decide di suicidarsi, permettendo agli ospiti di ristabilire la parità segnando il gol del pareggio con Immobile.

Nel finale le due squadre si allungano un po’ e c’è più spettacolo, ma Pedro trova Handanovic attento e, dopo l’ammonizione comminata a Luiz Felipe, questa volta la conclusione di Bastoni viene deviata sul più bello.

Il secondo tempo inizia subito fortissimo, visto che nel giro del primo minuto Handanovic fa un miracolo incredibile sul tentativo di Immobile e la conclusione di Perisic è imprecisa.

Poi, però, i ritmi calano sensibilmente, c’è equilibrio e grande attenzione da parte delle due squadre, che lottano su ogni pallone, come dimostra l’ammonizione comminata ad Alexis Sanchez dopo il colpo di testa di Milinkovic-Savic senza convinzione, con il cileno che spaventa Strakosha, non impeccabile, su calcio di punizione, dopo l’entrata in campo di Zaccagni al posto di Felipe Anderson.

Su sviluppo di un calcio piazzato si assiste ad un vero e proprio flipper in area di rigore degli ospiti, che rischiano sui tentativi privi di cinismo di Dumfries e Perisic.

Massimo sforzo per i padroni di casa, che affossano gli ospiti, troppo bassi e contratti, completamente rintanati nella propria metà campo.

Così, i padroni di casa tornano nuovamente in vantaggio al 67′ minuto con l’imperioso stacco di testa di Skriniar su cross di Bastoni.

Gli ospiti provano a reagire anche con i cambi, fanno entrare Lucas Leiva e Luis Alberto al posto di Cataldi e Basic, dando più qualità alla manovra della squadra, che si rende subito pericolosa con un colpo di testa di Pedro e un sinistro di Zaccagni.

Vengono ammoniti Zaccagni e Radu, poi i padroni di casa cambiano gli attaccanti, richiamando in panchina Lautaro Martinez e Alexis Sanchez per Dzeko e Correa, e inseriscono Darmian per Dumfries, Dimarco per Perisic e Vidal per Barella, mentre gli ospiti provano a dare velocità e pericolosità offensiva sostituendo Hysaj con Lazzari.

Nel finale è grande assedio degli ospiti, che ci provano in tutti i modi, costringono Vidal al giallo, mentre Luis Alberto sfiora il gol con un tiro cross tutto sbilenco.

Highlights e Video Gol di Inter-Lazio 2-1:

Tabellino di Inter-Lazio 2-1

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Dumfries (32′ st Darmian), Barella (37′ st Vidal), Brozovic, Gagliardini, Perisic (37′ st Dimarco); Lautaro (29′ st Dzeko), Sanchez (29′ st Correa).
A disp.: Rovida, Radu, Vecino, Sensi, Ranocchia, D’Ambrosio, Curatolo. All.: Inzaghi


Lazio (4-3-3): Strakosha; Hysaj (36′ st Lazzari), Luiz Felipe, Radu, Marusic; Milinkovic-Savic, Cataldi (23′ st Leiva), Basic (23′ st Luis Alberto); Felipe Anderson (15′ st Zaccagni), Immobile, Pedro.
A disp.: Reina, Adamonis, Patric, Romero, Vavro, Moro, Anderson, Muriqi. All.: Sarri


Arbitro: Pairetto
Marcatori: 30′ Bastoni (I), 35′ Immobile (L), 22′ st Skriniar (I)
Ammoniti: Vidal (I); Luiz Felipe, Basic, Radu, Zaccagni (L)
Espulsi: –

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia