Video gol highlights Cittadella-Verona 3-0: i granata spadroneggiano, gli scaligeri sono fuori dai playoff

Risultato Cittadella-Verona 3-0, 37° giornata Serie B: i padroni di casa dominano per novanta e passa minuti e se realizzano solo tre gol, è perché nella ripresa giocano con il freno a mano tirato. Adesso la qualificazione ai playoff è quasi realtà, ma dovrà evitare di perdere a Palermo domenica prossima.

Il Verona, invece, sprofonda nuovamente arrivando a due mesi esatti senza vittorie e uscendo anche dalla zona playoff, che può ritrovare solo battendo il Foggia e sperando in uno stop della Cremonese a Perugia.

Diaw, Moncini e Iori realizzano i gol del successo granata.

Cronaca Cittadella-Verona 3-0, 37° giornata Serie B

La prima emozione del match è di marca patavina e vede Adorni staccare più in alto di tutti su corner e costringere Silvestri a respingere di piede. Poco dopo Pazzini riceve palla da Lee e sfiora la rete con un potente diagonale sul quale Paleari deve esaltarsi.

Al 20° minuto i padroni di casa passano in vantaggio: Adorni veste i panni del rifinitore e aggiusta un cross da calcio d’angolo mettendolo sul sinistro di Diaw, che si gira bene eludendo l’inedita marcatura di Pazzini e scaraventa la sfera sotto la traversa.

La reazione scaligera è tutta in un tentativo velleitario di Danzi che termina fuori, mentre la risposta dei granata è più concreta e porta al 2-0 alla mezz’ora con il solito colpo di testa di Moncini, bravo a farsi trovare pronto sul cross di Branca e ad angolare il pallone rendendolo imparabile. Pessima, però, la marcatura dei due centrali difensivi, che lasciano troppo spazio all’ex spallino permettendogli di colpire in totale solitudine

La reazione del Verona non c’è: il Cittadella continua a fare la partita e al 41° cala addirittura il tris con Iori, che si inventa uno spettacolare tuffo di testa sull’ennesimo cross da corner di Benedetti e Silvestri non può fare altro che raccogliere ancora il pallone dal fondo della porta. Nel finale Lee prova a smuovere i suoi con un’azione personale di grande efficacia la cui finalizzazione, viene però frustrata dalla conclusione imprecisa dello stesso coreano, che manda la sfera in curva da posizione ottimale. La prima frazione finisce così.

Nella ripresa accade poco, se non nulla: i patavini partono a razzo e sfiorano subito il poker con Schenetti, mentre il Verona, oltre a non riuscire a creare pericoli, si ritrovano poco prima del quarto d’ora anche in inferiorità numerica per l’espulsione per doppia ammonizione di Faraoni, che atterra un avversario a metà campo in maniera poco ortodossa.

La partita finisce di fatto con l’espulsione del terzino scaligero: i padroni di casa si limitano a conservare le energie e creano solo un paio di chance con Proia, che al 70° si divora la quarta rete tirando altissimo da pochi passi, e a ridosso del 90° con Schenetti, che sfiora il palo con un gran destro a giro. La partita finisce dopo tre minuti di recupero.

Migliori in campo Adorni (7.5), eccellente dietro e decisivo in avanti, e Lee (6), unico nel Verona a provare a fare qualcosa e a rendersi pericoloso. Male solo Faraoni (4.5), preso alla sprovvista spesso e volentieri ed espulso in un momento in cui sarebbe stato necessario essere lucidi, mentre non ci sono insufficienze tra i veneti.

Tabellino Cittadella-Verona 3-0, 37° giornata Serie B

Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Adorni, Frare, Benedetti; Iori, Proia, Branca (71′ Pasa); Schenetti; Moncini (71′ Panico), Diaw (84′ Scappini). Allenatore: Venturato

Verona (4-3-1-2): Silvestri; Faraoni, Bianchetti, Empereur, Balkovec; Danzi, Colombatto (54′ Gustafson), Henderson (54′ Matos); Lee; Di Carmine (59′ Almici), Pazzini. Allenatore: Aglietti

Marcatori: 20′ Diaw, 31′ Moncini e 41′ Iori

Arbitro: Pezzuto

Ammoniti: Faraoni, Bianchetti, Danzi, Lee, Diaw e Balkovec

Espulsi: 56′ Faraoni

Cronaca Cittadella-Verona 3-0, 37° giornata Serie B

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana