Valencia, obiettivo cambio di marcia: Prandelli mette nel mirino il Granada

Ha esordito con il 2-1 in casa dello Sporting Gijon. Per la prima volta davanti ai suoi nuovi tifosi, ha rimediato una sconfitta del tutto immeritata per mano del Barcellona. Poi il pareggio a La Coruna e il secondo KO in casa del Celta Vigo. Cesare Prandelli, con il suo Valencia, ha messo a referto tre punti in quattro partite. L’obiettivo, ora, è di cambiare marcia e allontanarsi definitivamente dalle zone basse della classifica.

Italian head coach Cesare Prandelli speaks during a press conference at Casa Azzurri in Krakow, Poland, 05 June 2012. The Italy national team is preparing for the Uefa Euro 2012 soccer championship.       ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI
Italian head coach Cesare Prandelli speaks during a press conference at Casa Azzurri in Krakow, Poland, 05 June 2012. The Italy national team is preparing for the Uefa Euro 2012 soccer championship.
ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI

I numeri raccontano infatti che la squadra giallorossa ha appena nove punti, solo uno in più del Gijon terz’ultimo, ed è ancora ampiamente immischiata in una lotta per non retrocedere senza esclusione di colpi. Al rientro dalla sosta Nani e compagni ospiteranno al Mestalla il fanalino di coda Granada, unica squadra della Liga che fin qui non ha ottenuto nemmeno una vittoria.

Senza dimenticare, ovviamente, che il mercato invernale è ormai alle porte. Anzi, secondo la stampa spagnola, Prandelli avrebbe già fatto tre nomi alla propria dirigenza. Non a caso, tutti giocatori del nostro campionato: Montolivo, Lapadula e Gabbiadini. Per una risalita che dovrà concretizzarsi il più rapidamente possibile.