UEFA Nations League 2020-2021, i risultati della 2° giornata

LEAGUE A

Spagna-Ucraina 4-0: gli iberici si sbarazzano senza difficoltà degli avversari andando tre volte in gol già nella prima frazione con una doppietta di Sergio Ramos e la rete di Ansu Fati, al primo centro in nazionale. Nella ripresa c’è tempo per il poker di Ferran Torres. Gli spagnoli scavalcano dunque la squadra allenata da Shevchenko e volano al primo posto.

Svizzera-Germania 1-1: secondo stop consecutivo per i tedeschi, fermati da Widmer dopo essere andati in vantaggio con Gundogan. Gli elvetici ottengono il loro primo punto, mentre la selezione di Loew sale a quota 2 ed è ora terza alle spalle di Ucraina e Spagna.

Bosnia-Erzegovina-Polonia 1-2: Hajradinovic sigla il rigore del vantaggio dei balcanici, ma a fine primo tempo Glick svetta bene sul cross di Grosicki e pareggia; infine, nella ripresa, è nuovamente Grosicki ad essere protagonista con il gol del definitivo sorpasso che permette ai polacchi di agganciare l’Olanda al secondo posto e di relegare la Bosnia all’ultimo.

Olanda-Italia 0-1: fosse finita con un successo più rotondo, non ci sarebbe stato nulla da dire. Gli azzurri giocano una gran bella partita, decisamente migliore di quella di venerdì scorso, ma gli attaccanti faticano terribilmente a segnare per troppo narcisismo e voglia di strafare. E così, a fine primo tempo, a firmare il gol decisivo ci pensa Barella con un gran colpo di testa su cross di Immobile, sprecone nel complesso eppure preciso sul cross. Nella ripresa gli olandesi sbattono contro un Donnarumma monumentale e non trovano il pareggio, mentre gli azzurri si divorano più volte il raddoppio. L’Italia sale al primo posto con 4 punti, mentre l’Olanda resta ferma a 3.

Belgio-Islanda 5-1: festa del gol a Bruxelles e padroni di casa devastanti. Dopo l’iniziale vantaggio degli ospiti ad opera di Fridjohnsson, Witsel dà il là alla rimonta proseguita da Batshuayi (doppietta) e Mertens e completata da Doku.

Danimarca-Inghilterra 0-0: dopo una gara equilibrata nella quale i danesi fanno qualcosina in più senza essere tuttavia precisi, le due compagini si dividono la posta. Il punto è gradito più dagli inglesi, ora secondi a quota 4, che dai danesi, che invece conquistano il primo punto. Le Furie Rosse vanno in testa da soli a punteggio pieno, mentre i Vichinghi restano a secco di punti.

Francia-Croazia 4-2: spettacolo allo “Stade de France” nella riproposizione della finale mondiale di due anni fa e curiosamente terminata allo stesso modo.

Svezia-Portogallo 0-2: due gemme di Ronaldo mandano in vetta i lusitani. l’espulsione di Svensson in occasione del fallo dal quale è nato il primo gol ha certamente dato loro un aiuto ulteriore, ma il 2-0 va decisamente stretto ai portoghesi. Troppa differenza. Alla rete di Lovren rispondono Griezmann e poi il portiere Livakovic con uno sfortunato autogol su carambola innescata da un palo di Martial. Nella ripresa Brekalo pareggia quasi subito, ma Upamecano (con la responsabilità di Livakovic) e Giroud dal dischetto chiudono i conti. I transalpini agganciano il Portogallo in vetta, i croati restano a zero con la Svezia

LEAGUE B

Galles-Bulgaria 1-0: come accaduto in Finlandia, anche stavolta i britannici passano nel finale con Williams e, a punteggio pieno, si godono la vetta.

Irlanda-Finlandia 0-1: Jensen sorprende i padroni di casa e manda i finnici al secondo posto. Irlandesi fermi a 1 in compagnia dei bulgari.

Ungheria-Russia 2-3: Anton Miranchuk, Ozdoev e Fernandes mandano i russi sul 3-0, Sallai e Nikolics illudono i magiari, ma la rimonta resta incompiuta. La Russia è prima a punteggio pieno, mentre l’Ungheria resta comunque seconda.

Serbia-Turchia 0-0: approfittando dell’espulsione del neo interista Kolarov, i turchi provano per tutto il secondo tempo a fare la sorpresa agli avversari, ma invano: la Serbia resiste e le due compagini devono dividersi il bottino.

Austria-Romania 2-3: sorprendente successo rumeno in quel di Klagenfurt, ottenuto grazie ai timbri di Alibec, Grigore e Maxim; gli austriaci, che avevano pareggiato momentaneamente con Baumgartner, trovano il 2-3 grazie a Onisiwo, ma, nonostante la gran mole di gioco, non riescono a completare la rimonta e devono lasciare ai rumeni il primo posto.

Irlanda del Nord-Norvegia 1-5: Elyounoussi apre, McNair pareggia e poi Haaland e Sorloth si scatenano con una doppietta a testa. Gli irlandesi sono travolti e restano in coda, mentre gli scandinavi salgono al secondo posto.

Israele-Slovacchia 1-1: Elmkies rimedia nel finale al vantaggio slovacco di Duris.

Repubblica Ceca-Scozia 1-2: vittoria a sorpresa dei britannici contro un avversario falcidiato dal Covid-19 e impreciso per tutti e 90 i minuti. Le reti di Dykes e Christie su rigore ribaltano l’iniziale vantaggio ceco siglato da Pesek e regalano il primo posto alla Scozia.

Nations League

LEAGUE C

Slovenia-Moldavia 1-0: Bohar stende gli ex sovietici e regala il primo posto ai balcanici.

Kosovo-Grecia 1-2: anche gli ellenici, grazie a Limnios e Siovas, vanno al primo posto. Inutile il gol kosovaro dell’ex laziale Berisha.

Kazakistan-Bielorussia 1-2: i centri di Bordachev e Lisakovich, inframmezzati dalla rete del momentaneo pareggio kazako siglato da Aymbetov, regalano ai bielorussi il primo successo.

Albania-Lituania 0-1: Kazlauskas segna ad inizio ripresa e fa sì che tutte le squadre del gruppo 4 siano a quota 3 punti.

Armenia-Estonia 2-0: Karapetian e l’armeno doc Angulo regolano i baltici e danno i primi tre punti alla propria nazionale.

Georgia-Macedonia del Nord 1-1: Okriashvili su rigore e Ristovski fissano il risultato finale. Le due selezioni sono in testa con 4 punti ciascuna.

Cipro-Azerbaigian 0-1: Medvedev sigla la rete risolutiva che permette agli azeri di agganciare il Lussemburgo al secondo posto.

Lussemburgo-Montenegro 0-1: un penalty trasformato da Beqiraj in pieno recupero proietta i balcanici in vetta a punteggio pieno.

LEAGUE D

Andorra-Far Oer 0-1: i nordici vincono di misura grazie ad Olsen e, con i loro 6 punti, sono già a +4 sulla Lettonia seconda in classifica.

Malta-Lettonia 1-1: il vantaggio maltese di Nwoko viene vanificato dall’autogol di Guillaumier. Il pareggio regge per oltre 70 minuti ed è un grosso favore alle Isole Far Oer.

San Marino-Liechtenstein 0-2: Hasler e Frick risolvono la pratica in meno di un quarto d’ora.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana