UEFA: 8 stadi confermati per Euro 2021, 19 aprile ultimatum per Roma

La campagna vaccinale in tutta Europa procede senza particolari intoppi, l’estate si avvicina e questo vuol dire che l’Europeo di calcio 2020(21) è ormai alle porte, anche se non tutto è ancora al suo posto.

Fonte: profilo Twitter Euro 2020

Tutto ruota attorno alla questione degli stadi messi a disposizione dalle varie città sparse per il vecchio continente e la loro relativa capienza, auspicando un graduale ma inesorabile ritorno dei tifosi sugli spalti per questa competizione.

La città di Roma ha ricevuto quello che sembra essere a tutti gli effetti un ultimatum da parte del UEFA che fissa per lunedì 19 aprile prossimo la data entro la quale comunicare al comitato organizzatore se gli stadi in questione (nel nostro caso l’Olimpico) possano o meno ammettere i tifosi sui propri spalti.

Stadio Olimpico di Roma

Entro quella data si deciderà, inoltre, se le partite previste in quelle città si disputeranno in quegli impianti o se si dovrà optare per delle nuove location.

Oltre che a Roma, il UEFA deve chiarire anche i piani previsti per le città di Monaco, Dublino e Bilbao, altre sedi di questo tanto atteso Europeo itinerante.

Non tutti, però, sono ritardatari: infatti le altre 8 città in cui sono previsti incontri per Euro 2020(21) hanno già comunicato a chi di dovere i loro progetti per il ritorno graduale dei tifosi negli stadi (in una percentuale che oscilla tra il 25% ed il 100% della capienza complessiva). Andiamo a vedere.

Al momento Londra ha confermato una capienza del 25% ma, vista la brillante campagna vaccinale britannica, spera di aumentare tale percentuale nel tempo, in vista di semifinali e finale, in programma proprio nella città del Big Ben (decisione da prendere tassativamente entro i primi di giugno).

Budapest ha già assicurato, con particolare ottimismo, la capienza massima del proprio impianto, ma i tifosi dovranno rispettare un rigido protocollo d’entrata.

Si fermano al 50% (speranzose d’aumentare) sia San Pietroburgo che Baku, anche se per entrare in Azerbaigian servirà necessariamente un tampone negativo.

Bucarest, Copenhagen, Amsterdam e Glasgow hanno comunicato una capienza che varia tra il 25% ed il 33% dei loro stadi ma si attende un nuovo monitoraggio della situazione contagi nelle prime tre città citate per valutare la fattibilità di tali percentuali.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus