Tokyo 2020, Larissa Iapichino deve rinunciare al sogno olimpico

La saltatrice italiana, campionessa europea under 20, ha rimediato un infortunio durante gli assoluti di Rovereto e dovrà dunque rinunciare alla spedizione a cinque cerchi.

Una brutta notizia per l’Italia dello sport: Larissa Iapichino, la giovane saltatrice in lungo italiana, detentrice del record mondiale under 20 indoor, dovrà rinunciare a partecipare alle Olimpiadi. Lo ha comunicato la FIDAL, attraverso una nota ufficiale apparsa sul proprio sito:

“La 19enne saltatrice in lungo delle Fiamme Gialle – si legge nel comunicato – vittima sabato scorso a Rovereto di un infortunio in pedana, è costretta allo stop da quella che gli esami diagnostici affrontati nelle scorse ore hanno chiarito essere una “distrazione dei fasci anteriori del legamento deltoideo” del piede destro, quello di stacco. Un incidente il cui rilievo, così come il conseguente percorso terapico, verranno valutati con attenzione nelle prossime ore, ma che purtroppo cancella già la possibilità per l’azzurrina di partecipare alla sua prima Olimpiade”.

Larissa Iapichino verrà allenata dal papà Gianni - Atletica - Rai Sport

Per Larissa Iapichino, figlia di Fiona May e Gianni, suo allenatore, si tratta sicuramente di un duro colpo. Lei, atleta dall’enorme potenziale che ha già eguagliato la madre al coperto, sarebbe dovuta volare a Tokyo per fare la prima esperienza a cinque cerchi e, magari, dare la caccia a una medaglia. Dispiace dover rinunciare a un’atleta di simile caratura ma, come ha ben sottolineato il presidente FIDAL Stefano Mei “Alla sua età la cosa più importante è l’integrità fisica”. In bocca al lupo, Larissa!

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus