Tennis, WTA: Kenin conquista Lione, Svitolina vince a Monterrey

Sofia Kenin ed Elina Svitolina sono le due campionesse dei due eventi del circuito WTA in programma nella prima settimana del mese di marzo.

Sul veloce indoor di Lione e sul cemento di Monterrey si disputavano due tornei WTA International nobilitati dalla presenza di queste due top ten che, non a caso, hanno rispettato il pronostico della vigilia finendo per conquistare l’evento.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

Nella prima edizione del torneo di Lione è arrivato il secondo titolo della stagione 2020 per la statunitense Sofia Kenin dopo l’incredibile trionfo a Melbourne, agli Australian Open, nel primo slam dell’anno.

Kenin ha vinto il torneo francese imponendosi in tre set sulla tedesca Anna-Lena Friedsam (6-2 4-6 6-4) al termine di una settimana in cui è stata spesso costretta a lunghe battaglie per trovare la via del successo e, infine, la strada verso il quinto titolo della carriera.

In Messico, invece, trionfo ancora più sofferto per la numero uno del seeding, l’ucraina Elina Svitolina che, in tre ore esatte di partita, ha piegato la resistenza della ceca Marie Bouzkova (7-5 4-6 6-4), alla prima finale della carriera, mettendo così in bacheca il titolo numero 14, il primo dopo un digiuno di ben 17 mesi.

Con questi rispettivi successi Kenin sarà la nuova numero quattro del ranking WTA, suo miglior piazzamento in carriera, mentre Svitolina si siederà un gradino indietro, alla posizione numero cinque della classifica mondiale.

Migliori Bookmakers AAMS

Sito scommesseCaratteristicheBonusVai al sito
Eurobet10€ Bonus Scommesse al DepositoBonus Scommesse fino a 215€ Vai al sito
SNAIBonus 15€ Gratis alla RegistrazioneBonus 100% fino a 300€ sul primo deposito Vai al sito
Starcasino ScommesseFino al 300% Bonus Multipla ScommesseBonus Fino a 1000€ Vai al sito

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini