Tennis, WTA Elite Trophy Zhuhai: vince Ashleigh Barty, sconfitta in due set Wang

Un successo inaspettato solo pochi giorni fa quando, dopo aver perso il match d’esordio nel WTA Elite Trophy di Zhuhai, Ashleigh Barty sembrava già con un piede fuori dal torneo.

E invece, complice la sua vittoria nel secondo match del girone ed un incrocio favorevole nel restante terzo ed ultimo match che non la vedeva, però, direttamente coinvolta, Barty ha iniziato a costruire la strada verso il successo.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

Un successo che è finalmente arrivato, ieri, nell’atto conclusivo dell’evento nel quale la ventiduenne australiana ha superato in due set, in modo piuttosto comodo, la beniamina di casa, la cinese Qiang Wang.

Per Barty si tratta senza dubbio del titolo più prestigioso della sua carriera, almeno per quanto riguarda il suo capitolo da singolarista, avendo già vinto, in doppio, alcuni titoli prestigiosi tra cui un major, recentemente a New York.

Per la tennista australiana si tratta anche di ritoccare il suo best ranking chiudendo la stagione, probabilmente la migliore della sua carriera, tra le prime quindici giocatrici del mondo proprio in posizione numero 15.

Un finale forse inaspettato pure per lei che era arrivata a Zhuhai con tante partite sulle gambe ma anche molta stanchezza visto il doppio impegno singolo e doppio che ha saputo portare avanti, brillantemente, lungo tutto l’arco dell’anno.

Eppure, alla fine ha vinto lei, la talentuosa australiana con un gioco un po’ démodé ed una fisicità anacronistica, una pecora nera all’interno di un tennis sempre più votato in un’unica direzione, soprattutto nel mondo al femminile.