Tennis, Us Open 2019 Maschile: Wawrinka piega Lorenzi, avanzano Djokovic, Federer e Medvedev

Finisce per la seconda volta, ma in questo caso con un’altra bellissima prestazione, l’avventura nello Us Open per Paolo Lorenzi che, dopo essere stato ripescato come lucky loser, si è spinto fino al terzo turno dell’ultimo slam dell’anno.

Il tennista azzurro, che ha beneficiato del forfait di Kevin Anderson per rientrare in tabellone, dopo due splendide battaglie nei primi due turni, ha dovuto alzare bandiera bianca contro il tre volte campione slam Stan Wawrinka non senza lottare fino all’ultimo.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Ora lo svizzero, vincitore qui nel 2016, se la vedrà, proprio nella riedizione di quella finale, contro il serbo, numero uno del mondo, Novak Djokovic che, dopo i problemi fisici del secondo turno ha dato una bella risposta sul campo con un netto successo, in tre set, sullo statunitense Denis Kudla.

Dopo aver perso sia al primo che al secondo turno il parziale inaugurale, Roger Federer ha cambiato marcia nel suo incontro di terzo turno contro Daniel Evans, chiuso nettamente in 80 minuti di gioco con uno score pesante e convincente.

Lo svizzero, alla caccia del primo titolo newyorchese ormai dal lontano 2008, se la vedrà, per un posto nei quarti di finale, contro il belga David Goffin che, in tre set molto tirati ed equilibrati, ha piegato la resistenza dello spagnolo Pablo Carreno Busta.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Buon successo anche per il giocatore più caldo dell’estate nordamericana, il campione dell’ATP Master 1000 di Cincinnati Daniil Medvedev che, in una sfida ricca di insidie, salvando set point tanto nel primo parziale quanto nel terzo, entrambi poi vinti, ha avuto la meglio, in quattro set, del veterano spagnolo Feliciano Lopez.

Adesso per lui, in ottavi di finale, ci sarà il sorprendente qualificato tedesco Dominik Koepfer che, dopo aver approfittato della prematura uscita di scena della testa di serie più alta nel suo pezzo di tabellone, Fabio Fognini, ha sconfitto in quattro set anche l’altra presente, il georgiano Nikoloz Basilashvili centrando così il miglior risultato fin qui della sua carriera.

Infine, esce di scena il finalista dell’edizione 2014 Kei Nishikori che, in un match davvero negativo e ricco di errori, ha dovuto cedere al giovane australiano Alex de Minaur che ora se la vedrà, in un incontro super interessante, contro il bulgaro Grigor Dimitrov, leggermente ritrovato e vincente ieri contro il polacco Kamil Majchrzak.