Tennis, presentati gli Internazionali d’Italia: si parte il 14 a porte chiuse, ecco le wild card

A questo punto dell’anno gli Internazionali d’Italia avrebbero dovuto aver già incoronato i propri campioni, una nuova edizione in archivio ed occhi sempre puntati al futuro, ma l’emergenza sanitaria ha colpito forte anche il torneo di Roma senza, però, abbatterlo.

AL VIA GLI INTERNAZIONALI D’ITALIA, DAL 14 AL 21 SETTEMBRE AL FORO ITALICO

Non ci sarà il pubblico, è vero, ma la data del prossimo 14 settembre è comunque attesa come una grande festa, il giorno in cui, sui campi del Foro Italico, Roma si appresta ad accogliere come sempre, come tutti gli anni, i campioni del tennis mondiale.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Internazionali BNL d’Italia)

Ad ora non ci saranno soltanto Roger Federer ed Ashleigh Barty tra i nomi più illustri di entrambi i circuiti, anche se sarà necessario attendere la fine dello Us Open per capire meglio eventuali nuove rinunce ma senz’altro sarà il torneo che sancirà il ritorno di Rafael Nadal, nove volte campione del torneo, re della terra rossa, un nome che richiama da solo enorme interesse.

https://www.instagram.com/p/CE2uRSkD_yM/?igshid=1tys69omntsqr

Sarà l’occasione per rivedere in campo Simona Halep, Elina Svitolina e Kiki Bertens, tutte assenti a New York per preparare al meglio la strana tournée di settembre sulla terra rossa europea, nella speranza di riabbracciare Bianca Andreescu, che ancora non ha visto il campo in questo 2020 e, perché no, quel Novak Djokovic finito in un tornado di polemiche dopo la squalifica agli Us Open.

AZZURRI E WILD CARD TRA MAIN DRAW E QUALIFICAZIONI

Senza dimenticare gli azzurri, numerosi come non mai al maschile, dai favoriti Matteo Berrettini e Fabio Fognini, alle wild card Lorenzo Sonego, Jannik Sinner, Gianluca Mager e Salvatore Caruso con la speranza che il primo di questi possa entrare in tabellone direttamente in seguito a qualche inevitabile forfait consegnando a Stefano Travaglia il suo invito.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Palermo Ladies Open)

Nel femminile, invece, saranno Camila Giorgi, Jasmine Paolini ed Elisabetta Cocciaretto ad affiancarsi alle grandi regine del tennis, insieme a Venus Williams e Victoria Azarenka, quest’ultima protagonista assoluta delle tre settimane newyorchesi ed invitata con una wild card anche al Foro Italico.

Per quanto riguarda, invece, le qualificazioni spazio a tanti giovani come Lorenzo Musetti, Giulio Zeppieri, Gian Marco Moroni e Matteo Gigante oltre al veterano Paolo Lorenzi e a Federico Gaio, mentre nel femminile invito assicurato per la finalista dell’edizione 2014 Sara Errani, insieme a Martina Trevisan, Giulia Gatto-Monticone e Jessica Pieri.

SITUAZIONE BIGLIETTI E RIMBORSI

Come detto la grande sconfitta per la dirigenza e l’organizzazione del torneo è la totale assenza di pubblico per cui sarà istituito, oltre alla volontà di definire delle pratiche per il rimborso, un ‘super-voucher’ dal valore maggiorato del 25% rispetto al prezzo del biglietto che potrà essere speso entro due anni sia per le prossime edizione degli Internazionali d’Italia che per le NextGen ATP Finals di Milano e le ATP Finals di Torino.

Il tennis, che ha ripreso il suo cammino dopo la sospensione propria dall’Italia, all’inizio dello scorso mese di agosto, dal torneo di Palermo, torna a puntare i propri riflettori sul nostro paese per inaugurare una concitata parentesi sulla terra rossa che culminerà con il Roland Garros in modo che, archiviati gli Us Open, un nuovo spettacolo starà già per cominciare.

QUI, per le dichiarazioni principali di Angelo Binaghi, presidente della FIT, nella conferenza stampa di presentazione del torneo.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini