Tennis, Miami: Paire stende Djokovic, esordio vincente per del Potro, Dimitrov e Cilic, out Goffin

Il secondo Master 1000 della stagione è entrato decisamente nel vivo nella giornata di ieri con l’esordio delle prime teste di serie, alcune sorprese e tante altre conferme.

Il primo scivolone del torneo, è quello di Novak Djokovic che, rientrante dopo un lungo stop e dopo una piccola operazione nello scorso mese di febbraio, ha ceduto ancora una volta all’esordio.

(Fonte: Twitter)

Dopo aver perso in tre set contro il giapponese, numero 109 del mondo, Taro Daniel ad Indian Wells, il serbo ha lasciato subito anche il torneo di Miami sconfitto in due set dal francese Benoit Paire, al termine di una sfida mai in discussione per una prestazione troppo opaca e preoccupante dell’ex numero uno del mondo.

Torna con una vittoria, invece, Kei Nishikori che, dopo aver ripreso dai challenger dopo il lungo stop della fine della scorsa stagione, ha fatto il duo ritorno in un 1000.

Dopo aver dato forfait a Miami, Nishikori ha fatto ritorno praticamente nella sua città adottiva con un successo in tre set lunghi e combattuti, per quasi tre ore di battaglia, contro l’australiano John Millman.

(Fonte: Twitter)

Al prossimo turno sfida interessante ed affascinante contro Juan Martin del Potro che, fresco del successo di Indian Wells, ha superato l’esordio in Florida con un successo in tre set sull’olandese Haase.

Esordio positivo anche per le teste di serie più importanti della parte bassa del tabellone, Marin Cilic, numero due, e Grigor Dimitrov, numero tre, che si impongono rispettivamente sul francese Herbert e sul giovane tedesco Marterer.

(Fonte: Twitter)

Crolla David Goffin che, al rientro dopo il problema all’occhio subito nel torneo di Rotterdam lo scorso mese, ha racimolato appena un gioco nel suo esordio contro il portoghese Joao Sousa che batte il secondo top 10 in due settimane dopo aver sconfitto ad Indian Wells il numero quattro del mondo Zverev.

Avanzano anche Milos Raonic, Diego Schwartzman e Hyeon Chung che superano il loro esordio vincendo rispettivamente, in due set, su Ymer, Jarry ed Ebden.

Va invece agli Stati Uniti il doppio scontro con la Spagna, nel quale i due giovani americani emergono contro i più esperti iberici.

(Fonte: Twitter)

Michael Mmoh e Jared Donaldson, infatti, centrano l’accesso al terzo turno grazie ai rispettivi successi su Bautista Agut e Lopez, teste di serie numero 12 e 25, in tre set il primo, in due il secondo.

Fuori infine Richard Gasquet che cede nel derby francese a Jeremy Chardy, e Andrey Rublev sconfitto dal canadese Vasek Pospisil, mentre avanza John Isner che si impone in tre set, malgrado qualche acciacco fisico, sul ceco Jiri Vesely.