Tennis, Australian Open 2021: Federer non ci sarà, slitta ancora il suo ritorno

Manca sempre meno all’inizio di una nuova stagione tennistica, quella 2021, già impervia per difficoltà logistiche ed organizzative mentre manca qualcosa in più al ritorno di Roger Federer sui campi da gioco.

Il tennista svizzero, operato per due volte nei primi mesi di quest’anno, tra febbraio e giugno, al ginocchio destro, ha dichiarato tramite il suo agente di non essere ancora pronto a scendere in campo, costretto così a rinunciare al primo slam dell’anno, l’Australian Open.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Roger Federer)

Federer, che manca sul circuito proprio dal torneo di Melbourne di quest’anno, dalla semifinale persa contro il futuro campione dell’evento Novak Djokovic, alla soglia dei quarant’anni (che compirà ad agosto), sembra intenzionato a prendersi tutto il tempo disponibile per tornare al meglio, lontano da ogni possibile ricaduta.

E lo slam australiano, pur spostato di qualche settimana rispetto alla data tradizionale, adesso nel cuore di febbraio, appare comunque troppo vicino e, probabilmente, troppo logorante tra il caldo, le condizioni atmosferiche spesso complicate e la distanza di tre set su cinque.

Così, la volontà adesso è quella di poter tornare in campo tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo, in attesa del calendario ufficiale degli eventi post Australia, o sul veloce indoor di Rotterdam o sul cemento all’aperto di Dubai dove, proprio in questi giorni, lo svizzero si stava allenando e preparando per il rientro.

Per la prima volta in carriera Federer rinuncerà a Melbourne, al primo slam della stagione, torneo nel quale si è imposto per ben sei volte, ma l’impressione è che ogni decisone presa sia davvero quella giusta nella speranza e nell’interesse di poter vedere ancora competitivo sul campo il re svizzero.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini