Tennis, ATP Roma 2020: spettacolo Musetti, lottano Caruso e Cecchinato, è record di italiani al secondo turno

Il torneo ATP Master 1000 di Roma, particolare e surreale in questo 2020, parla davvero tanto italiano con il record di azzurri, nell’Era Open, capaci di passare il primo ostacolo e di raggiungere il secondo turno.

Sono ben otto gli italiani ancora in corsa ma il più sorprendente ed incredibile è senz’altro Lorenzo Musetti, classe 2002, alla seconda partita in carriera in un evento del circuito maggiore, e già vincente, con tanto di 6-0 iniziale, ai danni di un tre volta campione slam come Stan Wawrinka (6-0 7-6).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Internazionali BNL d’Italia)

Il rodaggio nelle qualificazioni del giovane azzurro contro l’inattività dello svizzero (ha giocato soltanto due Challenger all’inizio del mese di agosto) può giustificare solo in parte l’esito dell’incontro condotto in maniera perfetta da Musetti, apparso sotto le luci del Foro Italico, con tutti gli scongiuri del caso, un predestinato.

Musetti diventa il primo tennista classe 2002 a vincere un incontro nel tour maggiore e lo fa nel posto più speciale per un italiano, il Campo Centrale di Roma, in uno scenario che, con il pubblico, sarebbe stato tutta un’altra cosa ma che già così, per un ragazzo così giovane, può soltanto mettere i brividi.

Al prossimo turno il tennista di Carrara se la vedrà contro un altro ex top ten, il giapponese Kei Nishikori, reduce da un lungo stop per infortunio e non ancora al meglio della condizione, una sfida difficile ma non impossibile e poi sognare, si è visto, non costa nulla.

Splendida vittoria, in rimonta e con match point salvato, per Salvatore Caruso, reduce da un bellissimo Us Open in cui ha raggiunto il terzo turno e capace adesso, a Roma, di conquistare il primo successo in un evento ATP Master 1000 ai danni di Tennys Sandgren (3-6 6-3 7-6).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Internazionali BNL d’Italia)

Come premio il tennista siciliano si è guadagnato il numero uno del mondo e del tabellone Novak Djokovic che, proprio quest’oggi, sul Campo Centrale, farà il suo ritorno dopo i fattacci di New York, l’incredibile squalifica che, molto probabilmente, gli è costata un titolo slam.

Prima vittoria in un ATP Master 1000 dopo più di un anno, da Roma 2019, svoltosi però a maggio, per Marco Cecchinato che, dopo aver passato indenne tre turni di qualificazione, ha avuto la meglio, anche lui in rimonta, del britannico Kyle Edmund (3-6 7-6 6-2), schiantato al terzo e decisivo set.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale Internazionali BNL d’Italia)

Tra gli altri risultati della giornata tutto come da pronostico per il numero nove Andrey Rublev, vincente in due contro Facundo Bagnis (6-4 6-4), per il numero dodici Denis Shapovalov, a segno contro Guido Pella (6-2 6-3) e per il numero tredici Milos Raonic, bene contro Adrian Mannarino (7-6 6-2).

Subito fuori, invece, due giovani che si erano ben distinti a New York, l’australiano Alex de Minaur, che ha sprecato l’impossibile, ed anche match point, contro il tedesco Dominik Koepfer (3-6 6-3 7-6), e lo spagnolo Alejandro Davidovich Fokina, eliminato in due set dal serbo Dusan Lajovic (6-4 6-4).

QUI, per il tabellone aggiornato degli Internazionali d’Italia 2020.

QUI, per l’ordine di gioco di oggi.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini