Tennis, ATP Montreal: esordio con successo per Nadal e Thiem, avanza anche Fognini

Finalmente il primo dei due ATP Master 1000 in programma in queste due settimane consecutive di pieno agosto è entrato nel vivo e Montreal ha ospitato, nella giornata di ieri, gli esordi dei principali favoriti del torneo.

A partire dal campione uscente Rafael Nadal, che lo scorso anno a Toronto conquistò il titolo contro Stefanos Tsitsipas, e che ieri, ha iniziato il suo percorso per difendere quel successo grazie alla vittoria, non senza patemi, con due set point annullati nel primo parziale, contro il britannico Daniel Evans.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Adesso per Nadal ci sarà, in ottavi di finale, l’argentino Guido Pella, in grande crescita quest’anno con best ranking di numero 24 che, in tre set, ha eliminato il moldavo Radu Albot al tie break del terzo e decisivo set.

Buona la prima, in un match senz’altro più difficile ed insidioso, anche per Dominic Thiem, fresco campione sulla terra rossa di Kitzbuhel ma ugualmente convincente nella sua vittoria d’esordio sul cemento, in tre set, contro il beniamino del pubblico di casa Denis Shapovalov.

Subito fuori, invece, il finalista uscente Stefanos Tsitsipas, che lascerà così immediatamente la top 5 dalla prossima settimana e che ha trovato la sconfitta, in tre set, un po’ a sorpresa contro il polacco Hubert Hurkacz.

Out all’esordio, ma dopo tre ore abbondanti di battaglia e con match point sprecato, il giapponese Kei Nishikori, numero cinque del tabellone che è imbattuto nella migliore versione stagionale di Richard Gasquet davvero convincente.

Torna agli ottavi di finale di Montreal dopo ben 12 anni anche Fabio Fognini, accreditato quest’anno della settima testa di serie, e vincente all’esordio, in due set, nella sessione serale del campo centrale, contro il giovane statunitense Tommy Paul, proveniente dalle qualificazioni e vicinissimo a far suo il primo parziale nel quale l’azzurro ha salvato tre set point.

Avanzano agli ottavi di finale anche il numero otto del tabellone Daniil Medvedev, il numero dieci Roberto Bautista Agut ed il numero 16 Gael Monfils, a segno rispettivamente contro il britannico Kyle Edmund, l’argentino Diego Schwartzman ed il bielorusso Ilya Ivashka, tutti in due set.

Infine, belle vittorie per il cileno Christian Garin che ha evitato i tie break contro il gigante statunitense John Isner, imponendosi in due rapidi set, per il russo Karen Khachanov, numero sei del tabellone, che ha piegato alla distanza Stan Wawrinka e per la stellina di casa, il canadese Felix Auger-Aliassime che ha approfittato del ritiro del suo connazionale Milos Raonic ancora vittima di problemi fisici.