Tennis ATP Montecarlo, sarà finale tutta spagnola tra Nadal e Ramos

Derby spagnolo nella finale del torneo Master 1000 di Montecarlo, come non accadeva dal 2011, ma i due protagonisti non potrebbero essere più diversi.

Straordinariamente vincente e amato da migliaia di fan l’uno, sconosciuto ai più, ma diligente, caparbio e lottatore l’altro che trova nella splendida venue di Montecarlo la settimana più bella della carriera.

Il destino ha voluto che nell’ultimo atto del torneo i due si trovassero l’uno di fronte all’altro, l’eroe e l’antieroe, la storia di questo torneo e la sorpresa di questa edizione.

Una settimana monegasca da incorniciare per Albert Ramos Vinolas, numero 24 delle classifiche mondiali, ma proiettato nella top 20, alla posizione 19, grazie alla finale, che ha trovato sulla amata terra rossa i successi più importanti della carriera su Murray, Cilic e oggi Pouille.

Il francese è apparso fin dalla prime battuta scarico e stanco sul campo, ma era comunque decisamente favorito nella prima delle due semifinali.

Tuttavia lo spagnolo ha impostato fin da subito il pilota automatico, accendendo il suo gioco continuo e regolare, fatto di dritti carichi e pesanti e di tanta instancabile gamba.

Il primo set scorre via piuttosto facilmente con Ramos che gestisce meglio lo scambio da fondo costringendo ripetutamente all’errore il transalpino.

L’intero pubblico del campo centrale Rainier III, attende nel secondo set la reazione di Pouille che arriva nelle fasi finali, prima sul 4-4 dove si guadagna ma spreca l’occasione del break, poi sul 5-5- dove passa in vantaggio e trascina l’incontro al terzo.

Ma è l’inizio della fine, le gambe non lo sostengono più, i colpi restano corti e deboli a metà campo, e il francese cade in balia della tela di Ramos, abile a ritrovare continuità nel suo gioco evidenziando una straordinaria forma fisica.

Il parziale decisivo scivola via senza nemmeno accorgersene con Pouille che racimola un solo gioco abbandonando il campo tra gli applausi del pubblico per uno splendido torneo.

Per Ramos invece, al sogno di raggiungere una splendida e prestigiosa finale si aggiunge quello di poter dividere e condividere il campo con il padrone di casa del torneo, matador della terra rossa e simbolo della Spagna tennistica e sportiva, ovvero Rafael Nadal.

Il maiorchino ha avuto la meglio con inaspettata facilità del belga David Goffin, giustiziere ieri di Djokovic. Il belga parte meglio portandosi avanti di un break fino al 3-2.

Il turning point del set e dell’intero match è in questo sesto game, lunghissimo e combattutissimo, durato ben 17 minuti, nel quale Goffin spreca 9 chance per confermare il break, ma una in particolare condiziona l’esito dell’intero incontro.

Su una palla del game infatti, l’arbitro Cedric Mourier sbaglia nel giudicare un colpo indicando un segno sbagliato e commettendo un overrule non corretto.

Una decisione che infastidisce Goffin, che protesta nervosamente insieme al pubblico del campo centrale incredibilmente a sfavore di Nadal e che costringe i due a rigiocare il punto.

Dopo 17 lunghi minuti, il belga cede la battuta e subisce un parziale di 5 giochi consecutivi con il maiorchino che si aggiudica il set per 6-3.

Nel secondo parziale, Goffin appare ancora nervoso e contratto, perde la compostezza e la tranquillità che solitamente lo contraddistinguono e non riesce a tenere il ritmo forsennato e galvanizzato anche dalla situazione, imposto da Nadal.

Il 9 volte vincitore del Roland Garros andrà così alla caccia domani del primo titolo dell’anno, il 50esimo su terra rossa, con la possibilità di superare Vilas fermo a 49, e il 70esimo della carriera, ma soprattutto il decimo nel Principato di Monaco, risultato storico che non è mai riuscito a nessuno e che consegnerebbe, ulteriormente, alla storia questo straordinario campione dello sport.

Risultati Semifinali:

[15] A. Ramos-Vinolas b [11] L. Pouille 6-3 5-7 6-1

[4] R. Nadal b [10] D. Goffin 6-3 6-1

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini