Tennis, ATP: doppio successo per Sinner e Travaglia che volano in semifinale

Potrebbe esserci una finale tutta azzurra nell’ATP 250 di Melbourne Great Ocean Road Open ma sarà necessario vincere ancora un altro match, sia per Jannik Sinner che per Stefano Travaglia già bravissimi ad emergere dal doppio impegno odierno.

In una giornata caratterizzata dal tanto tennis e dai numerosi match giocati, nel tabellone maschile diversi hanno dovuto sostenere il doppio turno come ad esempio Jannik Sinner, quarta testa di serie del suo tabellone, che ha prima sconfitto lo sloveno Aljaz Bedene (7-6 6-2) e poi il serbo Miomir Kecmanovic (7-6 6-4), sempre in due set.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Molto bene anche Stefano Travaglia che, sempre contro pronostico, si è prima imposto sul kazako Alexander Bublik (6-1 7-5), numero otto del seeding, e poi sul polacco Hubert Hurkacz (3-6 6-3 7-5), in striscia positiva e terza testa di serie.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

In semifinale, domani, Sinner se la vedrà contro il russo Karen Khachanov, ex top ten e numero due del seeding del torneo, mentre Travaglia avrà una bella occasione, ovviamente reciproca, contro il brasiliano Thiago Monteiro.

Nell’altro evento, invece, il Murray River Open, escono di scena le prime due teste di serie, Stan Wawrinka, che ha dato forfait contro Jeremy Chardy, e Grigor Dimitrov, superato da un altro francese, Corentin Moutet (7-5 6-2).

Per un posto in finale Chardy affronterà il britannico Daniel Evans che si è imposto su Borna Coric, numero quattro del seeding, (7-6 7-5), mentre Moutet sfiderà il canadese Felix Auger-Aliassime, numero tre e testa di serie più alta rimasta, che ha necessitato di un solo set per imporsi su Jiri Vesely (7-6 ritiro).

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini