Tennis, ATP Cincinnati: incredibile Medvedev, rimonta Djokovic e vola in finale, ora c’è Goffin

Senza sé e senza ma Daniil Medvedev, pur non avendo ancora vinto un titolo in questa stagione nordamericana, è già considerabile come il tennista più caldo sul cemento outdoor ed in vista del gran finale di New York.

Il giovane russo, dopo le finali raggiunte e perse a Washington e Montreal, rispettivamente contro Nick Kyrgios e Rafael Nadal, fa tre su tre e conquista l’atto conclusivo anche del torneo ATP Master 1000 di Cincinnati, al termine di una prestazione da applausi contro il numero uno del mondo e campione uscente Novak Djokovic.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Dopo essere stato in balia dell’avversario praticamente per un’ora, ritrovandosi sotto di un set e con plurime situazione potenzialmente rovinose nel secondo, Medvedev, senza scomporsi e rimanendo costantemente attaccato al match, ha trovato le chiavi per far girare clamorosamente l’incontro approfittando anche di qualche svista di troppo del suo avversario.

Così, in rimonta, Medvedev ha trovato il secondo successo contro il numero uno del mondo Djokovic in questo 2019, dopo la vittoria, a livello di quarti di finale, sulla terra rossa di Montecarlo in primavera quando poi, inaspettatamente, franò di fronte al modesto Dusan Lajovic ad un passo dalla finale.

Ora il giovane russo, ad una sola vittoria dalla top 5 mondiale, ha l’occasione per scrivere finalmente il suo nome in uno degli eventi più prestigiosi del circuito e, dopo il tentativo mancato domenica scorsa nella finale dell’ATP Master 1000 canadese di Montreal, questa volta sarà lui a partire da favorito nella finalissima odierna.

Il russo, infatti, se la vedrà contro il belga David Goffin, alla prima finale in un Master 1000, testa di serie numero sedici ed emerso dalla parte bassa del tabellone, già di suo meno competitiva e rimasta orfana, fin da subito, di Rafael Nadal e Dominic Thiem.

Il belga, con un passato da top ten e finalista alle ATP Finals di Londra nel 2017, ha centrato l’accesso alla finale grazie al comodo successo, in due set, sul francese Richard Gasquet, impreziosendo ulteriormente un’estate già positiva con la finale sull’erba di Halle ed i quarti di Wimbledon.

Tra Medvedev e Goffin sono due i precedenti, entrambi quest’anno ed entrambi a livello slam con il successo del russo sul cemento outdoor di Melbourne e l’affermazione, invece, del belga, più recentemente sull’erba di Wimbledon, al termine di un’incredibile battaglia al quinto e se era difficile aspettarsi una finale così in Ohio, altrettanto complicato sarà capire chi potrà alla fine spuntarla, perché, per ambedue, è davvero un’occasione da non perdere.