Tennis, ATP Challenger Istanbul: esordio vincente per Musetti, a Giustino il derby azzurro

Subito quattro italiani in campo nella prima giornata dell’ATP Challenger di Istanbul, in corso di svolgimento sui campi veloci indoor della città turca, con due buone notizie a fronte di due sconfitte, una di queste inevitabile.

Prima vittoria del 2021 per Lorenzo Musetti, testa di serie numero sei del tabellone di Istanbul che, dopo il deludente debutto nelle qualificazioni degli Australian Open, trova il primo successo stagionale ai danni del serbo Danilo Petrovic (6-4 7-6).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Nel prossimo turno il tennista di Carrara se la vedrà contro il vincente della sfida tra lo sloveno Blaz Rola ed il francese Benjamin Bonzi, incontro previsto per quest’oggi.

Va a Lorenzo Giustino il derby tutto azzurro che, inevitabilmente, avrebbe fatto registrare una vittoria ed una sconfitta nel bilancio della giornata, con il napoletano vincente in due set sul connazionale Alessandro Giannessi (7-5 7-6).

Per lui adesso, nell’incontro di secondo turno, ci sarà il francese Antoine Hoang, numero tre del seeding e 121 della classifica mondiale, a segno in rimonta, ieri, all’esordio contro l’ecuadoriano Emilio Gomez (6-7 6-2 6-4).

Infine, nulla da fare per Paolo Lorenzi che in poco meno di novanta minuti di gioco ha alzato bandiera bianca contro il turco Ergi Kirkin, numero 448 del mondo, entrato nel main draw con una wild card, e vittorioso in due set (6-4 6-2).

QUI, per l’ordine di gioco di oggi (in campo Gaio).

QUI, per il tabellone aggiornato dell’ATP Challenger di Istanbul.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini