Tebas denuncia PSG, Manchester City e Juventus alla UEFA

Liga, il presidente Javier Tebas scatenato: denunce alla UEFA a carico di PSG, Manchester City e Juventus per irregolarità in materia di calciomercato e gestione stipendi.

Il modello economico che domina il calcio non è più sostenibile: chiaro il messaggio di Javier Tebas, presidente della Liga spagnola, che da mesi sta combattendo una battaglia personale contro i club accusati di violare i parametri finanziari fissati dalla UEFA.

Tebas Messi

Nella lista di nemici del numero uno del campionato spagnolo, figura il PSG di Al-Khelaifi in prima fila. Tebas è tornato, nei giorni scorsi, ad attaccare frontalmente il club campione di francia in carica, di cui si è chiesto come sia possibile abbia potuto trattenere Kylian Mbappé, respingendo l’offerta di 180 milioni presentata dal Real, e offrendone 100 a stagione (più altrettanti alla firma) al campioncino francese per i prossimi tre anni.

Un “Club-stato”. Così viene definito il PSG da Tebas. La squadra dell’emiro Al-Khelaifi si rende costantemente protagonista di spese folli in sede mercato(1,4 i miliardi spesi da quando si è insediato Al-Khelaifi alla presidenza). Ciononostante, non è ancora riuscita a cogliere i frutti sperati, almeno in campo internazionale.

Nel mirino di Tebas altre due società: Manchester City e Juventus. Se i “Citizens” sono stati accusati per l’acquisto di Halaand, giocatore sul quale hanno investito 60 milioni di cartellino più 22 di ingaggio annuo, “Mi chiedo come possano permetterselo”, ha sentenziato Tebas, il club bianconero si trova ancora al centro dell’inchiesta “Prisma” coordinata dalla Procura di Torino, avente per oggetto il mancato corrispettivo degli emolumenti, da parte della società piemontese ai propri tesserati, nel periodo 2020-2021, coincidente con le stagioni dum e post Covid.

Tebas vuole porre un freno a queste spese illimitate, e a pratiche che vengono considerate scorrette. Pertanto richiede l’intervento della UEFA, affinché vigili, ed eventualmente sanzioni, simili comportamenti: sarà ascoltato?