Superlega, il ministero di giustizia svizzero stabilisce: “Niente sanzioni ai club dissidenti”

I club che ancora fanno parte della Superlega, Juventus, Real e Barcellona, non dovranno subire sanzioni da parte di FIFA e UEFA. Lo stabilisce il ministero di giustizia svizzero, che si allinea a una sentenza della corte di Madrid.

Altra mossa decisiva nella complicata partita a scacchi che riguarda il progetto Superlega: oggi il ministero di giustizia svizzero ha diffidato UEFA e FIFA dal prendere provvedimenti, quali l’esclusione dalle proprie competizioni, nei confronti dei tre club che fanno ancora parte dell’alleanza (Real Madrid, Barcellona e Juventus).

La decisione fa il paio con una sentenza emessa dalla corte di Madrid circa un mese fa, la quale faceva esplicito divieto alle due federazioni calcistiche di adottare misure che proibissero o limitassero in alcun modo la creazione di una lega indipendente, tutelando i club che ne facessero parte da eventuali sanzioni economiche e disciplinari.

Alla sentenza della corte spagnola si aggiunge ora il monito del ministero di giustizia elvetico, che costituisce un altro precedente legale in favore della lega di nuova costituzione. Il tribunale di Madrid, come vi avevamo raccontato, si era anche rivolto alla corte di giustizia UE affinché questa esaminasse il caso ed acclarasse, eventualmente, se FIFA e UEFA operassero in regime di monopolio, impedendo a competizioni indipendenti di svilupparsi. Il caso andrà avanti almeno sino alla sentenza UE, che dovrebbe mettere un punto definitivo alla vicenda. Intanto il progetto Superlega resiste e i club che ne fanno parte si sentono più al sicuro.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus