Serie B, Verona-Salernitana 2-0: Pazzini e Luppi allontanano il Frosinone

Un gol per tempo del solito Pazzini e di Luppi permettono al Verona di riprendersi la vetta della classifica in solitaria. Un successo apparentemente netto per gli uomini di Pecchia, ma i granata non meritavano di uscire sconfitti: tante le occasioni costruite dalla squadra di Bollini e i 16 tiri verso la porta (di cui 5 nello specchio) lo dimostrano ampiamente. Il palo colpito da Ronaldo ad inizio ripresa, sul punteggio di 1-0, è stato l’inequivocabile segno di una serata semplicemente storta per la Salernitana.

La squadra ospite fallisce, quindi, la possibilità di andare a -2 dai playoff, ma il torneo e lungo e la classifica è ancora corta. C’è tutto il tempo per recuperare.

Gli scaligeri si sono rivelati più solidi dietro, più esperti e più cinici: 5 tiri nello specchio della porta, al pari degli avversari, ma con quasi la metà dei tentativi totali (7). Due di questi tiri sono finiti alle spalle di Gomis, uno ad opera dell’immarcescibile Pazzini, di testa su perfetto cross di Romulo, e l’altro con un diagonale di sinistro di Luppi su perfetto suggerimento di Franco Zuculini. Con il gol di oggi, il “pazzo” sale a quota 17 gol e si isola sempre più in vetta alla classifica cannonieri, portandosi a +5 da Ciccio Caputo.

I campani non hanno però giocato male, come detto sopra. Ma, traversa a parte, hanno mancato il gol in varie occasioni: la prima nel primo tempo con Della Rocca che tira in curva da dentro l’area, da buona posizione. Poi il già citato palo di Ronaldo e, infine, un bolide di Perico respinto da Nicolas con un gran colpo di reni.

Venendo ai migliori, citiamo Luppi (7) e Ronaldo (6.5): il veronese fa impazzire gli avversari per tutto il tempo e segna anche un pregevole gol. Per quanto riguarda il brasiliano in forza ai granata, è stato certamente l’uomo più in palla dei suoi: colpisce un palo e imposta l’azione in modo sempre efficace.

Venendo ai peggiori, segnaliamo solo Vitale (5), perennemente in affanno e inconcludente in ogni uno contro uno che affronta. Tutti promossi, invece, nel Verona.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana