Serie B, risultati 36° giornata: il Lecce rimanda la festa, la Cremonese aggancia i playoff. Verona e Salernitana sempre più in crisi

Carpi-Cremonese 1-2: la strepitosa cavalcata dei lombardi nelle ultime settimane si concretizza con l’approdo meritatissimo in zona playoff, giunto grazie anche al passo falso di Perugia e Cittadella nello scontro diretto del “Curi“, mentre per il Carpi, che pure non ha demeritato affatto, la retrocessione matematica è solo rimandata di qualche giorno. Gli emiliani, dopo un primo tempo equilibrato, passano a sorpresa ad inizio ripresa con Rolando, ma nel finale la Cremonese riesce nell’impresa di rimontare grazie a Montalto, che prima regala a Piccolo l’assist per il gran gol del pareggio e poi sigla la rete del successo in mischia.

Cosenza-Venezia 1-1: i lupi della Sila abbandonano i sogni playoff, ma possono festeggiare una splendida ed inattesa, per come era messa la classifica a gennaio, salvezza; i veneti, invece, vengono agganciati al quartultimo posto dal Foggia, ma gli scontri diretti a favore contro i pugliesi le danno ancora un minimo vantaggio, anche se ora sarà vietato sbagliare. Tutino regala un’altra gemma a fine prima frazione, una spettacolare rovesciata su lancio lungo di Palmiero, ma il pareggio sotto misura di Bocalon ad inizio secondo tempo ripristina l’equilibrio che durerà fino al triplice fischio.

Crotone-Benevento 1-0: manca ancora un punto, ma possiamo considerare i calabresi praticamente salvi. Pur costretti in dieci dal 35° del primo tempo a causa dell’espulsione per doppia ammonizione di Benali, i ragazzi di Stroppa passano in vantaggio ad inizio ripresa con una splendida girata di Simy e riescono a resistere agli assalti giallorossi per tutto il resto del match. I sanniti perdono l’occasione per andare a-1 dal Palermo, ma si consolano con la certezza quasi matematica di aver conquistato il quarto posto, la cui ufficialità sarà certa con un punto nelle prossime due partite.

Foggia-Salernitana 3-1: importantissima vittoria quella dei pugliesi, che recuperano una posizione e salgono al 16° posto con 34 punti agganciando il Venezia (contro cui è però in svantaggio negli scontri diretti), mentre i campani, che hanno solo tre punti di vantaggio sul Livorno, dovranno ancora soffrire per salvarsi e non commettere altri passi falsi. Le reti rossonere sono di Deli, Greco (rigore) e Iemmello, quella granata di Jallow

Padova-Lecce 2-1: una delle sorprese odierne arriva dallo stadio “Euganeo“, dove i padroni di casa strappano ai pugliesi tre punti che, alla luce dei risultati degli altri campi, si rivela sostanzialmente inutile: il Padova, infatti, resta ultimo con 29 punti e ora aspetta solo la retrocessione aritmetica, che arriverà molto probabilmente al termine della prossima partita. Il Lecce, invece, butta via la chance di festeggiare il ritorno in Serie A con due giornate di anticipo e, considerando che la prossima giornata osserverà il turno di riposo obbligatorio, potrà festeggiare solo se il Palermo perderà ad Ascoli. Le reti portano le firme di Baraye, Cappelletti e Mancosu (rigore).

Perugia-Cittadella 0-0: le due squadre si dividono la posta, ma si danneggiano a vicenda permettendo alla Cremonese di scavalcarle entrambe e di insediarsi all’ottavo posto al loro posto. Adesso umbri e veneti si trovano fuori dalla zona playoff e condividono il nono posto con 47 punti.

Verona-Livorno 2-3: gli scaligeri cadono clamorosamente in casa contro un avversario inferiore sulla carta, ma superiore per grinta, compattezza e voglia e ora devono stare attenti perché altre prestazioni del genere nelle prossime due gare potrebbero mettere a rischio i playoff e anche la panchina di Grosso, che traballa da un po’ e potrebbe anche conoscere un nuovo titolare già nelle prossime ore. I toscani escono dalla zona retrocessione e ora sono quindicesimi, a -3 da una difficile salvezza diretta, che potrebbe concretizzarsi solo se la Salernitana non uscirà dall’apatia delle ultime giornate. Dawidowicz è l’eroe di giornata per i toscani grazie a due topiche difensive che permettono a Raicevic e Murilo di segnare indisturbati, ma anche gli altri difensori veronesi sono del tutto in bambola come dimostra il gol di Giannetti. Inutili i gol di Laribi e dello stesso Dawidowicz.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 28 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureando in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana