Serie B, risultati 18° giornata: Benevento sempre più in A, Livorno sempre più ultimo. Cade il Pordenone. Livorno

Chievo-Benevento 1-2: ennesima vittoria per la squadra di Inzaghi, che passa a Verona rimontando il gol iniziale di Vignato con i difensori Maggio e Tuia, ma non chiudono i conti e nel finale rischiano più volte di subire un pareggio che i clivensi avrebbero meritato. Adesso i sanniti hanno 43 punti e ben 14 punti di vantaggio sulla terza classificata e 12 sulla seconda

Cremonese-Juve Stabia 1-1: fulmineo botta e risposta firmato da Forte e Ceravolo per un pareggio che trattiene le due squadre troppo a ridosso dei bassifondi, distanti un solo punto. Risultato, dunque, insoddisfacente.

Frosinone-Crotone 1-2: Mazzotta e Marrone regalano ai calabresi un successo clamoroso, il primo ottenuto allo “Stirpe” da un avversario dei ciociari, che consente loro di installarsi in solitudine al quarto posto. Inutile per i padroni di casa il momentaneo pareggio siglato da Paganini.

Livorno-Pescara 0-2: non è ancora arrivato il frutto del cambio di tecnico operato dai labronici, ormai sempre più ultimi in classifica e con addirittura 11 punti di ritardo dalla salvezza. Le reti che decidono il match, realizzate da Galano e da Maniero su rigore, permettono agli abruzzesi di tornare in zona playoff.

Salernitana-Pordenone 4-0: trionfo dei campani ai danni dei neroverdi, che incassano una sconfitta pesante, ma indolore per la classifica e per il secondo posto rimasto comunque di loro proprietà, mentre con questo successo i campani vanno al 7° posto. Mattatori dell’incontro sono Djuric e Kiyine con due reti ciascuno.

Trapani-Perugia 2-2: secondo punto ottenuto con Castori in panchina, ma amarissimo visto che i siciliani sono stati due volte in vantaggio grazie a Luperini e Pettinari, ma gli umbri hanno ribattuto di volta in volta con due penalty trasformati da Iemmello e Falcinelli. I siciliani restano penultimi a -5 dai playout, mentre gli umbri scendono al quinto posto.

Venezia-Cittadella 1-2: colpaccio esterno nel derby veneto da parte dei granata, che colpiscono due volte nei primi venti minuti con Diaw e D’Urso; la rete di Ceccaroni giunta ad un quarto d’ora dal termine serve solo alle statistiche e non tira fuori dai guai un Venezia sempre terzultimo. Il Cittadella, invece, conquista il terzo posto.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana