Serie A 2021-22: il girone di ritorno sarà diverso da quello di andata

Questa la novità introdotta oggi dal consiglio di Lega per rendere più incerto il nostro campionato di Serie A. Un calendario asimmetrico tra andata e ritorno.

Una riforma per rendere il campionato sempre più incerto: la prossima Serie A avrà un calendario asimmetrico, ovvero il girone di ritorno non sarà speculare a quello di andata, come avviene ora, bensì verrà rimescolato giornata dopo giornata.

Un format che ricalca quanto già avviene in Francia ed Inghilterra e che, secondo la Lega calcio, “Permetterà una migliore distribuzione degli incontri, non condizionati in questo modo da vincoli presenti all’andata che possono ricadere sulla stessa giornata del ritorno e viceversa”.

Un provvedimento che dovrebbe dunque rendere il calendario più bilanciato evitando, ad esempio, che uno stesso match si disputi prima di un impegno nelle coppe europee, e che aggiunge anche un pizzico di incertezza in più al campionato, con due squadre che potrebbero incontrarsi a non molte settimane di distanza l’una dall’altra.

L’unico criterio che andrà rispettato al momento del sorteggio del girone di ritorno, ha voluto specificare la Lega calcio, sarà non far ripetere una stessa partita prima che non siano passate almeno otto giornate. Per il resto, non vi sarà alcun vincolo. Ciò significa che se un big match verrà disputato alla dodicesima giornata, potrà tranquillamente inaugurare il girone di ritorno delle due squadre. Quali effetti concreti potrà avere una simile novità sui risultati del campo? Dovremo aspettare il calcio giocato per capirlo.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€