Sassuolo-Juventus 3-3, Sarri: “Facciamo fatica ad avere continuità, situazione difficile da capire”

Le parole dell’allenatore della Juventus Maurizio Sarri a Sky Sport dopo il pareggio per 3-3 contro il Sassuolo. Il tecnico bianconero ha parlato delle difficoltà che sta incontrando la squadra in questo periodo dove ha raccolto due punti nelle ultime tre partite.

Altro passo falso della Juventus che non riesce a tornare alla vittoria e viene fermata sul 3-3 da un ottimo Sassuolo.

La partita sembrava essersi messa sui binari giusti con due reti nei primi minuti per i bianconeri a segno con Danilo e Higuain. Come accaduto contro il Milan, però, la Juventus cala e si fa rimontare dal Sassuolo, a segno con Djuricic, Berardi e Caputo, con Alex Sandro a firmare il 3-3 ed evitare la sconfitta.

Con questo pareggio, la Juventus resta a +8 sulla Lazio, fermata sullo 0-0 dall’Udinese, ma rischia di vedere l’Inter portarsi a -6 in caso di successo dei nerazzurri sulla Spal. I bianconeri sono in difficoltà a livello fisico e mentale ed anche Maurizio Sarri a Sky Sport ha espresso la sua opinione: Facciamo fatica ad avere continuità sia dal punto di vista fisico che mentale, sta succedendo a tutti escluse rare eccezioni. Abbiamo momenti buonissimi alternati a momenti di passività, situazioni difficili da capire”.

Molto criticata da parte dei tifosi bianconeri è stata soprattutto la presenza di Giorgio Chiellini che, a loro detta, non era ancora pronto per partite del genere. Sarri ha fatto mea culpa per l’errore commesso, affermando come fosse troppo presto per il difensore uscito a fine primo tempo: “Giorgio gli ultimi due giorni sembrava stesse bene, ha avuto un indurimento al polpaccio e lo abbiamo buttato alla fine del primo tempo. Forse era un po’ presto, ma senza Bonucci, la personalità ci faceva comodo”.

Come vanno riconosciuti i demeriti della Juventus, vanno riconosciuti anche i meriti del Sassuolo capace di ribaltare una partita che si era messa malissimo nei primi minuti. Anche Sarri ha sottolineato la grande prova dei neroverdi, dichiarando come possa diventare una “futura Atalanta” se avranno continuità.

Alla sua squadra, invece, Sarri ha rimproverato la passività avuta durante la partita, con alti e bassi inaccettabili per un club come la Juventus. Il tecnico toscano ha chiesto ai suoi maggior equilibrio ed ordine: “Abbiamo fatto fatica e loro ci hanno tirato fuori, il centrocampista non dava coperture, troppe palle dentro. I due esterni nel primo tempo erano passivi, poi sono venuti bene in avanti ed alti, qualcosa che non funziona, va e viene, bisogna avere un’applicazione costante nella partita per non avere momenti di down. A tratti questa squadra sembra avere margini elevati. Altre volte ti lascia perplesso. Bisogna diventare più ordinati ed equilibrati”.

Nonostante tutto la Juventus resta avanti a tutte ed anche in caso di -6 dell’Inter appare molto difficile che i bianconeri possano lasciarsi scappare il titolo perdendo 3 delle ultime 5 partite di campionato. Sarri, tuttavia, non fa calcoli ed ha invitato i suoi a lavorare a testa bassa per vincere il campionato: L’obiettivo o lo centri o non lo centri. Bisogna fare nove punti nelle ultime partite, le considerazioni lasciano il tempo che trovano”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei