Sarri squalificato due giornate per gli insulti a Mancini in Coppa Italia

Vicenda Sarri-Mancini: per Tosel non è discriminazione. Ammenda anche per il tecnico dell’Inter

sarri-squalifica-due-giornate-coppa-italia-mancini

Maurizio Sarri è stato squalificato per due giornate da Tosel. Lo stop deciso dal giudice federale era la sentenza tanto attesa nella giornata di oggi ed ha sorpreso un po’ tutti: dopo gli insulti a sfondo omofobo nel post partita della partita tra Napoli ed Inter nei quarti di finale di Coppa Italia del tecnico toscano, molti si sarebbero aspettati la mano pesante, ma non è stato così.

Due giornate di squalifica, dunque, per l’ex allenatore dell’Empoli che dovranno essere scontate nella prossima stagione di Tim Cup, oltre ad un’ammenda di 20 mila euro. Per Roberto Mancini, invece, soltanto una multa di 5 mila euro.

Queste le motivazioni di Giampaolo Tosel relative alle decisioni rese note poche ora fa.

“Al 47′ del secondo tempo (Sarri, ndr) ha rivolto all’allenatore della squadra avversaria epiteti pesantemente insultanti; infrazione rilevata dal Quarto Ufficiale e dai collaboratori della Procura federale”.

Per quanto riguarda l’ammenda data al tecnico di Jesi, invece, la motivazione è la seguente:

“atteggiamento intimidatorio nei confronti dell’allenatore della squadra avversaria che l’aveva insultato con espressione irriguardosa rivolta al Quarto ufficiale negli spogliatoi”.

L’aggravante dell’omofobia, dunque, è decaduta. Sarri, dunque, sconterà le due giornate di squalifica nella stagione 2016-2017 di Coppa Italia.