Sampdoria-Juventus 1-2: le dichiarazioni post-partita di Maurizio Sarri

La Juventus sbanca il Marassi con le reti di Dybala e Ronaldo, intervallate dal pareggio di Caprari. 2 a 1 è il punteggio finale, i bianconeri riescono così ad incassare tre punti importantissimi per mettere pressione all’Inter. I due campioni della Juve si inventano dei goal pazzeschi e ricevono gli elogi del tecnico Sarri: “Questa vittoria arriva per la bravura tecnica dei nostri due attaccanti, bellissimo il primo di Dybala e bellissimo quello di Ronaldo, rimasto in aria un tempo infinito”

La Juventus si porta momentaneamente in testa alla classifica, in attesa della partita dell’Inter e aumenta considerevolmente il carico di pressione sulla squadra di Conte che, per rimanere agganciata alla Juve deve assolutamente vincere.

La partita sin dai primi minuti sembra essere in perfetto controllo da parte dei bianconeri, con un possesso palla che si aggira intorno al 70%. La Samp è molto compatta, infatti per sbloccarla serve una prodezza balistica della Joya. Dybala con una volèe, su lancio di Alex Sandro, gela il Marassi. Come spesso accade ultimamente, una volta in vantaggio la Juventus molla leggermente la presa, e infatti su un doppio errore in fase di uscita in difesa subisce la rete del pareggio da parte di Caprari al 35′.

Nel finale della prima frazione, un’altra grande giocata individuale riporta in vantaggio i bianconeri: Ronaldo, sempre su assist di Alex Sandro, riesce a staccare due metri e mezzo da terra, sovrastando Murru e siglando la rete del definitivo vantaggio.

Nel secondo tempo la Juventus preferisce la gestione della partita anziché affondare ulteriormente, questo perché la Samp sembra essere molto più vivace. Di fatto la partita non regala le stesse emozioni del primo tempo, a parte un goal annullato a CR7 e l’espulsione per doppio giallo di Caprari.

Maurizio Sarri
Maurizio Sarri, Fonte: Il Post

Maurizio Sarri elogia soprattutto il primo tempo della sua squadra ma, nel complesso, sembra essere contento della prestazione dei suoi ragazzi: “Secondo me abbiamo fatto un buon primo tempo, nel secondo più confusionari, ma senza rischiare neanche tanto. Certo sul 2-1 è normale che vengano fuori mischie finali e rischi di mettere a repentaglio il risultato: dispiace non averla chiusa prima. Ma la squadra mi sembra in salute”.

L’allenatore bianconero aggiunge inoltre che nel secondo tempo si è creata un po’ di confusione ed ha così preferito portare un po’ di equilibrio in campo, mettendo nella mischia Ramsey al posto di Higuain: “Nel secondo tempo ci eravamo un po’ troppo allungati, concedendo più spazi veniva fuori una partita in cui il palleggio non era quello di prima e diventava tutto più rischioso. Poi oggi abbiamo Ramsey e Douglas Costa che stanno cercando di recuperare la condizione migliore e che per ora possono giocare solo spezzoni di partita. Ci saranno partite in cui tutti e tre non giocheranno. Higuain? Nel secondo tempo si è un po’ spento, ma sta giocando continuamente, ci può stare. Io penso che l’aspetto primario sia la loro condizione fisica, senza quella insieme non possono giocare. Quando sono in una condizione come quella attuale, si valutano gli avversari e si decide”.

Il tecnico ha ormai piena fiducia in tutta la rosa e ciò è dimostrato dal fatto che anche giocatori prima trascurati ora stanno avendo la loro continuità, come Rabiot e Demiral: “Adrien sta venendo fuori, ha trovato dopo un infortunio queste tre partite consecutive ed è andato in crescendo. Vuol dire che non ha ancora espresso tutto. Ora è in un momento di crescita dal punto di vista dell’integrazione, sia in campo che fuori. Per me il potenziale è molto alto. Demiral? Grande energia addosso che trasmette anche ai compagni, è in un momento che va sfruttato. In allenamento sprizza energia, trascina. Quindi lo metti dentro e ti accorgi che lo stesso atteggiamento lo riporta in partita. Questo è un momento della stagione, in un altro magari ci sarà qualcun altro”.

Intanto Sarri, con la partita di questa sera, riesce a raggiungere il traguardo delle cento vittorie in Serie A in tempi record: 169 partite. Nessuno dal 94/95 ci è mai riuscito in così poco tempo. Un risultato straordinario e inimmaginabile fino a qualche anno fa, quando il tecnico si faceva le ossa nei vari campionati minori della lega italiana.

 

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Federica Mendicino

Informazioni sull'autore
Nata a Salerno ma residente a Napoli. Studentessa universitaria amante del calcio ed in particolare della Juventus, la squadra del cuore. Appassionata di cinema ,di lettura e dell'arte in tutte le sue forme.
Tutti i post di Federica Mendicino