Salernitana-Napoli 0-1, post-partita Spalletti: “Con Insigne non è successo nulla, non rompete i cog***ni. Oggi c’è stata poca maturità”

Il Napoli riesce a sbancare l’Arechi grazie alla rete di Zielinski. Il successo sulla Salernitana mantiene saldi i partenopei in cima alla classifica in una partita ricca di emozioni. Unico neo, l’espulsione di Koulibaly che sarà indisponibile nella sfida di domenica prossima contro il Verona. Luciano Spalletti ha parlato nella conferenza post-partita.

Nessuno si aspettava una partita così sofferta come quella del Napoli contro la Salernitana. Il derby campano si ritorna a giocare dopo ben diciassette anni dall’ultima volta. Questa volta a vincere è il Napoli che, con un gol di Zielienski, sblocca una partita che aveva preso una brutta piega. Luciano Spalletti ritorna sulla panchina azzurra dopo l’assenza contro il Bologna.

Per lui subito un derby decisamente movimentato, grazie anche ad un Arechi stracolmo. Secondo il tecnico, nei primi 45 minuti di gioco, è mancata la qualità. Per Spalletti doveva esserci più maturità, specie nella prima frazione di gioco. Dopo il gol del vantaggio, il Napoli doveva approfittare della superiorità numerica in seguito al fallaccio killer di Kastanos su Anguissa che gli ha fatto guadagnare il rosso, ma solo dopo un check al VAR.

Il Napoli poteva mantenere quel ritmo fin quando, poi, è arrivato anche l’espulsione di Koulibaly che ha ristabilito la parità numerica. Fallo da ultimo uomo ai danni di Simy, anche se l’attaccante granata non avrebbe mai potuto prendere il pallone. La partita, poi, è diventata sporca, non in discesa per gli azzurri. Non si può parlare di fortuna perché il Napoli, con la sua fisicità, si è guadagnato il risultato a denti stretti e meritatamente.

L’attenzione, però, è tutta rivolta all’esclusione di Insigne. Non è successo niente, ha voluto subito ribadire il tecnico. Si tratta di pura rotazione anche perché il capitano azzurro ha accusato un fastidio muscolare e non era al top della condizione. Per non rischiarlo, Spalletti ha deciso di metterlo in panchina. “Non rompete i cog***ni“, così ha risposto il tecnico parlando di diversi titoli che avrebbero parlato già di crisi nello spogliatoio.

Oltre a Zielinski che è stato fondamentale, merito anche ad Elmas e Petagna. Loro, da subentrati, hanno contribuito a risolvere una partita tutt’altro che scontata. Il macedone doveva giocare fin dall’inizio ma Zielinski appariva più fresco. Un po’ sottotono, invece, Mertens. Il belga non era al top della condizione ma Spalletti lo ha voluto far giocare per mettergli minuti nelle gambe.

Per Osimhen, invece, bisognerà valutare le condizioni. Quasi sicuramente non ci sarà giovedì contro il Legia Varsavia. Probabile, invece, il suo impiego venerdì contro il Verona. Contro gli scaligeri, però, Spalletti perde una pedina fondamentale come Koulibaly. Il Comandante lascerà il posto a Juan Jesus, vista anche l’indisponibilità di Manolas.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione