Roma-Zorya, le dichiarazioni pre-partita di Josè Mourinho: “Come una finale, giocherà Zaniolo”

Il tecnico portoghese ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida contro lo Zorya.

Ci sono gli ucraini dello Zorya tra la Roma e la qualificazione al prossimo turno di UEFA Conference League.

Dopo il doppio confronto contro il Bodo/Glimt, la sfida contro lo Zorya diventa fondamentale per il passaggio del turno dell’una o dell’altra.

Gli ucraini sono, infatti, ad un solo punto di distacco dalla Roma e solo in caso di vittoria i capitolini potrebbero festeggiare il matematico passaggio del turno.

Anche Josè Mourinho, in conferenza stampa, ricorda che il match dei suoi giallorossi dovrà essere perfetto dato che la sfida dello Stadio Olimpico sarà al pari di una finale.

Lo Special One ricorda che, in caso di vittoria, la squadra si qualificherà, ma in caso di sconfitta ci saranno alte probabilità di uscire dalla competizione. Dunque, la sfida di Conference League sarà realmente una finale che deciderà le sorti del girone.

Il portoghese annuncia l’impiego dal primo minuti di Nicolò Zaniolo che dopo le tanti voci riguardo anche qualche screzio con Mou, torna titolare.

Lo Special One non si aspetta nulla di particolare da Zaniolo ma vuole vedere una prestazione corale di grande livello. Il ragazzo è ben integrato nel gruppo e contro il Genoa è stato il primo ad esultare e festeggiare a risultato raggiunto, quindi la fiducia di Mourinho è massima, ma non è solo da lui che dipender il risultato dell’Olimpico.

C’è da recuperare anche Tammy Abraham che è stato più che protetto in conferenza stampa da Mou che ha speso parole al miele per l’inglese rassicurandolo che il problema di realizzazione che sta accusando, non mina le ottime considerazioni che si hanno su di lui.

Abraham crea tanto e gioca molto di squadra, il gol prima o poi arriverà. Domani sarà impiegato, insieme anche a Rui Patricio e Mancini, tra i titolari.

Intanto tornano in gruppo Calafiori e Vina ridando un po di margine alle scelte tattiche del mister che non è stato, comunque, scontento dell’atteggiamento della squadra con la difesa a 3.

nonostante la rosa non sia costruita per giocare a 3, le prestazioni sono state interessanti e non è detto che Mourinho possa sperimentare, anche in campo europeo, questa tattica.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€