Roma-Spezia 4-3, le pagelle: “Capitan Pellegrini salva la Roma. Ecco il vero Mayoral. Entrambe le difese da rivedere.”

La Roma si aggiudica l’anticipo di questo sabato contro uno Spezia più che positivo. Malissimo le difese, benissimo gli attacchi. Dzeko guarda dalla tribuna le gesta di “bomber” Mayoral e “capitan” Pellegrini.

Roma-Spezia 4-3 (Borja Mayoral, Piccoli, Borja Mayoral, Karsdorp, Farias, Verde, Pellegrini)

Si conclude con un pirotecnico 4-3 l’anticipo di questo sabato calcistico tra Roma e Spezia.

I giallorossi riescono, nei minuti finali, ad accaparrarsi una importantissima vittoria, maturata più grazie alle forze emotive e alla voglia di uscire dal tunnel di risultati negativi, che alla complessiva prestazione.

Lo Spezia ha giocato, come di suo solito, in maniera spregiudicata e coraggiosa ed esce dall’Olimpico a testa altissima, nonostante la sconfitta.

Male le due difese, in particolare quella giallorossa con Pau Lopez (5) nuovamente incerto e Smalling (4,5) e Kumbulla (5) disastrosi.

La Roma funziona sugli esterni e, soprattutto, in fase offensiva dove Edin Dzeko ha potuto osservare, dalla tribuna, il suo sostituto segnare una doppietta e il nuovo capitano trascinare la squadra.

Pellegrini (8) è l’MVP di giornata e Borja Mayoral (7,5) dimostra che quella di tre giorni fa era solo una serata storta.

Spezia bene in fase offensiva: Farias (7) se in giornata è imprendibile, sfortunato Piccoli (6,5) che subisce un infortunio dopo aver segnato il gol del momentaneo pareggio.

Voti e pagelle della Roma

Pau Lopez 5: Non riesce proprio ad essere continuo il portiere spagnolo. Dopo un paio di buone prestazioni, il portiere giallorosso è colpevole di aver letto in maniera pessima la palla vagante su passaggio di Farias e regala, a Piccoli e allo Spezia, un gol evitabilissimo.

Ibanez 6: Le scorie del derby erano ancora presenti e il ragazzo si limita ad una partita ordinata che lo fa, comunque, risultare il migliore della difesa giallorossa.

Smalling 4,5: Si addormenta nel momento del gol dello Spezia, ma non è nemmeno aiutato da portiere e compagni. Soffre l’esuberanza di Farias e compie un autentico disastro su Daniele Verde. Lo salva il gol del 4-3, ma la prova resta davvero insufficente.

Kumbulla 5: Dov’è il Kumbulla di Verona? Il ragazzo non riesce, nemmeno questa volta, a imporsi e diventa facile preda dell’attacco dello Spezia. Deve migliorare.

Karsdorp 6,5: Resta il dubbio che avrebbe potuto fare qualcosa di più nel momento del gol dello Spezia. Ripiega poco in difesa, ma attacca bene in fase offensiva e nel secondo tempo trova il modo di segnare il gol del momentaneo 3-1. Come sempre si dimostra un velocista di indubbia qualità. (Dal 80’ Bruno Peres 6,5: Voto frutto di una sola, importantissima, giocata. Pulisce e poi smista alla perfezione un pallone che pesa come un macigno, ma che poi si rivela essere il pallone della rinascita giallorossa)

Villar 6: Senza infamia e senza lode. Lo spagnolo soffre la mancanza di aiuto di Veretout, ma riesce a fare giocate semplici ed efficaci. (Dal 66’ Cristante 6: Ordinato e bravo nel gestire il momento più critico del match)

Veretout 5: Totalmente annullato dal centrocampo dello Spezia. Il francese non riesce a creare superiorità e tranquillità alla manovra e diventa un fantasma nell’economia di questa partita.

Spinazzola 7,5: Centesima partita in Serie A per l’esterno italiano che si impegna a garantire sempre una valida alternativa nella manovra offensiva. Ha possibilità di spingere e non si fa pregare donando cross e azioni pericolose ai suoi compagni. Suo l’assist del 3-1

Carles Perez 6: Male nel primo tempo, molto meglio nel secondo. Lo spagnolo, quando le squadre di allungano, trova modo di mettersi in mostra con alcune giocate di buon livello. Ma l’impressione è che manchi sempre qualcosa. (Dall’ 88’ Diawara SV)

L.Pellegrini 8: Costantemente tra le linee della difesa dello Spezia nel primo tempo. Proprio in una di queste occasioni si fa trovare pronto per servire l’assist dell’1-0. Dona ispirazione e idee ai suoi compagni e tutte le azioni partono, necessariamente, da lui. La fascia lo responsabilizza e, nel momento più delicato della stagione giallorossa, lui mette il sigillo su una vittoria importantissima. Un vero capitano.

Borja Mayoral 7,5: Bastano 17 minuti per allontanare i fantasmi di Coppa e dimostrarsi, nuovamente, un buon rapinatore d’area. La serata storta capita a tutti e Borja, specie con un secondo gol di grande finezza e caparbietà, dimostra di essere un giocatore di alto livello.

Fonseca 6: La Roma è ancora malata e gli svarioni difensivi lo attestano. Pau Lopez torna a far guai ma oggi è la ditta Smalling-Kumbulla a preoccupare il Mister. Il duo difensivo è in chiara giornata no, ma per fortuna, sugli esterni e davanti, la Roma funziona. La fascia da capitano ha dato fiducia a Pellegrini e il donare una seconda chance a Mayoral è stato utilissimo. Sono 3 punti pesantissimi ed è questo ciò che conta.

Voti e pagelle dello Spezia

Provedel 6: Non può nulla nei gol subiti, anzi, senza di lui il passivo poteva essere peggiore. In tutti i casi i giocatori calciano a pochi passi dalla porta, la colpa è da imputare alla difesa.

Dell’Orco 5,5: Soffre le marcature sugli esterni e anche in zona centrale, non è lucido per poter arginare le manovre di Pellegrini. Migliora con il passare dei minuti, ma oggi i clienti erano davvero scomodi. (Dal 58’ S.Bastoni 5,5: Non incide e non può nulla sui gol giallorossi.)

Terzi 5: Dimentica le marcature sul primo e sul quarto gol, non dà troppa fiducia ai compagni e alla fine è costretto a capitolare.

Chabot 6: Per lunghi tratti è il migliore della difesa bianconera. Capitola anche lui sulle sortite di Borja e Pellegrini. (Dal 79’ Erlic SV)

Marchizza 5: Il prodotto del vivaio giallorosso è poco preciso sul gol del momentaneo 1-0 e sembra sentire la partita in modo particolare. Il talento c’è e si farà, ma oggi non può nulla contro la straripante batteria di esterni della Roma.

Estevez 5,5: L’argentino non ha modo di esprimersi dal punto di vista qualitativo e si limita a giocate semplici, che però non aggiungono nulla alla fase offensiva dello Spezia.

Agoumè 6: Scala male nell’occasione del gol di Borja Mayoral. Ma nel secondo tempo diventa protagonista di una prova eccellente. Peccato per un primo tempo molto timido, altrimenti staremo parlando di uno dei migliori in campo.

Maggiore 6: Limita perfettamente un cliente molto scomodo come Veretout. Senza Ricci e Pobega, spettava a lui prendere le chiavi del centrocampo bianconero. Riesce a farlo molto bene. (Dal 58’ Acampora 6: Fa perfettamente ciò che Maggiore aveva fatto fino al suo ingresso in campo. La sfortuna vuole che la Roma, in fase offensiva, è stata straripante.

Gyasi 5: Il peggiore davanti. Non riesce a mettersi in mostra ed è timido nell’uno contro uno. Può fare meglio, ma alla fine viene sostituito meritatamente. (Dal 79’ Verde 6,5: Secondo gol in pochi giorni contro la squadra che lo ha cresciuto. Sfrutta lo scivolone di Smalling e, per pochi minuti, si illude di aver portato a casa un punto pesantissimo. Purtroppo per lui non basta.)

Piccoli 6,5: Ha il merito di essere al posto giusto nel momento giusto, sfruttando l’errore di Pau Lopez e di parte della difesa della Roma. La sua partita termina, per stiramento, a ridosso della mezz’ora, ma Italiano sa che, oltre Nzola e Galabinov, potrà contare su di lui. (Dal 30’ Galabinov 5: Timido ritorno del 9 dello Spezia in campionato. Non ha possibilità di incidere nell’ora di gioco fatta. Rimandato alla prossima)

Farias 7: Taglia benissimo tra le linee della difesa giallorossa e il suo inserimento propizia il gol di Piccoli. Nel secondo tempo, suona la carica riaprendo un match che sembrava già concluso con il solito inserimento e tiro di fino. Se in forma è il migliore, dal punto di vista della qualità, della sua squadra.

Italiano 6: Lo Spezia gioca bene e non ha paura di nessun avversario, ma oggi questa troppa spregiudicatezza ha dato alla Roma la possibilità di partire in campo aperto. La filosofia dello Spezia resta la migliore di questo campionato e la squadra, anche oggi, ha giocato benissimo. Purtroppo manca l’esperienza per poter difendere un risultato contro una Roma affamata.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus