Roma Porto 0-3: Dichiarazioni Spalletti e Pagelle

Roma Porto 0-3: Dichiarazioni di Spalletti e Pagelle Partita Preliminare Champions League

Roma's Mohamed Salah and Bruno Peres show their dejection after the goal scored by Porto's Miguel Layun during the UEFA Champions League Play Off second leg soccer match AS Roma vs FC Porto at Olimpico stadium in Rome, Italy, 23 August 2016. ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI

Harakiri della Roma che dopo il pareggio per 1 a 1 ad Oporto viene sconfitta in casa all’Olimpico per 0 a 3 dal Porto che ottiene l’accesso alla fase a Gironi di Champions League relegando i giallorossi in Europa League.

Era il match che valeva una stagione per la Roma come aveva detto Spalletti in conferenza stampa pre partita e che ora complica notevolmente la stagione della squadra giallorossa sia dal punto di vista della fiducia e del gioco che per quanto riguarda l’aspetto economico.
Infatti senza la Champions League la Roma perde i 30 milioni di euro dei diritti per la partecipazione alla massima competizione europea e dovrà rinunciare all’ultimo grande colpo di calciomercato.

Decisivi per l’esito della partita sono stati gli errori difensivi con Juan Jesus ad inizio partita che provoca il gol del vantaggio di Felipe.
Poi al 39′ del primo tempo arriva il rosso per Daniele De Rossi che relega la Roma in 10 e compromette decisivamente la gara.

Emerson Palmieri subentrato a Paredes dopo l’espulsione di De Rossi viene espulso in apertura di 2° tempo, Roma in 9 e partita chiusa completamente.

Non abbiamo iniziato bene e non so perché. Sapevamo quello che dovevamo fare ma non l’abbiamo fatto. Non abbiamo giocato bene, poi con i rossi è finita.
Non so davvero cosa sia successo, è la prima volta che perdiamo 0-3 in casa.

Kevin Strootman, centrocampista olandese della Roma, a fine partita ha detto: “Abbiamo perso una partita importante che ci crea difficoltà altrettanto importanti nel ricreare un ordine perché è un risultato difficile da digerire per come è venuto e per quelle che sono state le fatiche fatte per arrivarci”.

Luciano Spalletti a fine partita è apparso deluso e rammaricato, queste le parole dell’allenatore giallorosso: “E’ successo che abbiamo perso una partita importante che ci crea difficoltà altrettanto importanti per la stagione. Il risultato è difficile da digerire per come è venuto e per come avevamo preparato la gara. Abbiamo sicuramente sbagliato l’inizio della partita, la gestione della palla. Le scelte di formazione che avevo fatto erano proprio dettate dalla volontà che avevo io di tenere la palla. Loro sono stati bravi ad andare in vantaggio subito, poi quando ci stavano riorganizzando siamo rimasti in 10. Non c’è stata la cattiveria agonistica”

Riguardo le ingenuità di De Rossi ed Emerson Palmieri che hanno causato le espulsioni Spalletti dice:
“Si, sono ingenuità perché poi questo fatto qui di finirle in 11 le partite è stata una caratteristica nostra dell’anno scorso, perché non abbiamo mai dato adito al direttore di gara di farci cacciare i giocatori e ora non capisco come mai è successo questo, si poteva essere più calmi in queste situazioni”.

Riguardo la condizione fisica precaria di alcuni suoi giocatori Spalletti dice:
“Noi ci siamo arrivati sicuramente non al meglio della condizione per via di quello che c’è successo con gli infortuni. Il disegno me l’ero fatto per gestire la partita e per quello ho scelto De Rossi come centrale, lui ci sa stare ed è molto simile per quello che può essere il suo futuro ruolo da mediano ma poi abbiamo sbagliato nella gestione della palla, abbiamo sbagliato dei palloni senza la loro pressione per delle leggerezze nostre e loro hanno preso coraggio e tranquillità da quello, noi ci siamo un po’ innervositi perché non riuscivamo a far girare la palla, poi è arrivato il gol e l’espulsione. Certo non si può rimanere in 10 dal 30’ del primo tempo in due partite di preliminari di Champions”.

Pagelle Roma Porto 0-3

W. Szczesny 4.5: uscita scriteriata sul raddoppio di Layun ed il 3° goal subito sul suo palo, ad opera di Corona descrivono la prova dell’estremo difensore romanista

Bruno Peres 5.5: il ruolo di terzino destro non ne esalta le caratteristiche

K. Manolas 5: partita generosa in una difesa disastrosa

D. De Rossi 4: inammissibile il fallo a centrocampo del giocatore della nazionale e capitano della Roma a fine prim. Un intervento che costa l’espulsione al giallorosso e compromette la partita della sua squadra

Juan Jesus 5: completamente spaesato nel ruolo di terzino sinistro

K. Strootman 5.5: lotta, combatte in mezzo al campo ma pecca di lucidità

L. Paredes 5:  Il giocatore ammirato nell’Empoli è lontanissimo da quello visto stasera. Un fantasma  E. Palmieri al 41′ 4: un vero disastro. Gioca 10 minuti effettivi dal 40′ del primo tempo al 5′ del secondo poi fallaccio a centrocampo sotto gli occhi dell’arbitro, cartellino rosso e Roma lasciata in nove.

M. Salah 5.5: a corrente alternata è uno dei pochi che tenta la via della rete ma la partita lo costringe ad un lavoro non adatto alle sue caratteristiche.

R. Nainggolan 6: l’ultimo ad arrendersi ma il secondo e terzo goal del Porto affossa anche il suo spirito battagliero.

D. Perotti 5.5: tanta volontà ma non sufficientemente lucido negli ultimi 20 metri

E. Dzeko 5: poco mobile e scarsamente incisivo. Non riesce ad essere il riferimento offensivo che vorrebbe Spalletti 

All. Spalletti 5: non riesce a mandare in campo una squadra ordinata. La difesa è ballerina e concede subito spazi. I ruoli scelti per De Rossi e Paredes non convincono. Anche nelle sostituzioni non si capisce l’ingresso di Emerson Palmieri espulso dopo 10 minuti e di Iturbe fuori forma.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Responsabile editoriale, appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.