Roma-Genoa 3-3, voti e pagelle: Under incontenibile, Pinamonti bella sorpresa

Un match davvero interessante e ricco di azioni quello disputato allo stadio Olimpico di Roma. Di fronte due nuovi tecnici, ma con la voglia d’imprimere la loro visione di gioco alla squadra.

Fonseca, neo tecnico della Roma ha impostato la formazione che era solito avere  Spalletti, ovvero una punta di ruolo e gli altri trequartisti liberi di svariare e dare sostegno. 
Questo modulo sembra disegnato apposta per il giovane turco Under, il migliore dei suoi, autore di una splendida rete iniziale, frutto di abilità tecniche e visione del campo.

Poi il solito Dzeko, entrato perfettamente in forma in questo inizio di campionato, scattante e veloce. Autore di una magia nella seconda rete, con tunnel ai danni di Zapata. Sembra essere uscito molto bene da una situazione intricata in quest’estate, dove era in procinto di vestire la maglia nerazzurra. Kluivert non è apparso nella migliore delle condizioni, spesso assente dalle manovre, evanescente.

Per Zaniolo può essere la stagione del riscatto, lui di certo non vorrà farsi trovare impreparato. Cristante e Pellegrini devono ancora trovare la condizione per i novanta minuti. 

La Roma ha un problema evidente nel reparto difensivo. Vicino a Fazio il tecnico Fonseca non è ancora espresso su chi dovrà essere l’altro difensore. Ha provato Juan Jesus, ma la sua prestazione non ha dato i risultati sperati. Spesso in ritardo nei confronti degli avversari, è stato autore di un maldestro intervento che ha provocato il rigore del secondo pareggio genoano.

Lo ha sostituito con Mancini a metà della ripresa, ma il suo contributo non è stato all’altezza dei desideri del tecnico. Lo stesso Fonseca ha affermato come il giovane abbia bisogno di lavorare più duramente per recipire i compiti difensivi richiesti. 

Kolarov è un’altra certezza della Roma, un giocatore dalla tecnica impressionante, con un mancino che richiama alla memoria le prodezze di Sinisa Mihajlović. Florenzi è stato il formidabile alfiere sulla fascia, sempre propositivo con i suoi inserimenti, non si è risparmiato. Questo aspetto è stato molto apprezzato dalla curva, spesso in piedi ad applaudire il nuovo capitano.

Il tecnico Fonseca ha già fatto capire che vuole una formazione in grado di fare pressing molto elevato e recuperare palla già nella trequarti. Inoltre ha detto che vuole una squadra in grado di agire sulle corsie, visto che gli interpreti non gli mancano. Dovremo abituarci a vedere una Roma a trazione anteriore, con tanta volontà di fare gol. Un aspetto da migliorare è sicuramente il reparto difensivo, dove ci sono ancora degli automatismi da sistemare, per esempio nella trappola del fuorigioco e nei movimenti sincronizzati tra i reparti.

Kolarov viene festeggiato dai compagni dopo la splendida rete su punizione per il 3-2.
Fonte: Twitter As Roma

MIGLIORI ROMA

UNDER 8: davvero partita straordinaria la sua, incontenibile con i suoi dribbling e i movimenti continui da destra verso sinistra. La difesa genoana non ci ha capito molto

DZEKO 7,5: solito numero di alta scuola, tunnel e destro secco a sorprendere Radu. Poi tanta corsa e disponibilità al sacrificio in fase difensiva.

KOLAROV 7: una punizione di sinistro che è un gioeillo. Ma anche tanta corsa sulla sinistra, per effettuare cross al centro per Dzeko e per favorire gli inserimenti dei centrocampisti.

PEGGIORI ROMA

JUAN JESUS 5: In ritardo su Pinamonti, concesso un rigore che si poteva evitare. Non pare aver iniziato la stagione nel migliore dei modi.

KLUIVERT 6: la sua partita è stata piuttosto anonima, non ha inciso con i suoi dribbling e velocità d’inserimento. Da rivedere

PELLEGRINI 6: Anche lui non è stato come al solito incisivo in avanti. Ha fatto fatica a contenere le ripartenze rossobl, dando troppo spazio a Schone.

MIGLIORI GENOA

PINAMONTI 7: buona prestazione la sua, sempre  pronto in area di rigore. Ha segnato la prima rete del pareggio e si è fatto vedere dai compagni.

SCHONE 6,5: l’acquisto più importante dei genovesi in questa estate, ha già imposto la sua capacità di vedere il gioco.

KOUAME 6,5: gol e tanta rapidità, spesso sfruttata male. I margini di miglioramento ci sono. 

 

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega