Risultati terza giornata di test F1 2020: ancora dominio Mercedes

I risultati della terza giornata di test di F1 del 2020 danno ancora una volta ragione alla Mercedes. Infatti, la Freccia d’Argento si riconferma l’auto da battere. Per quanto riguarda la Ferrari, purtroppo il team di Maranello delude i suoi tifosi portando a casa un risultato anonimo, mentre la Racing Point torna sul podio, stavolta con Lance Stroll. Vediamo insieme i risultati di questa prima settimana di Formula 1.

Risultati terza giornata di test F1 2020: ancora tu?

Sembra che la stagione 2019 non si sia mai fermata. O meglio, ad essere precisi sembra di continuare all’infinito la stagione del 2014, quella in cui la Mercedes ha incominciato a regnare. A sei anni di distanza, tutto è ancora fermo così. Infatti il team tedesco con sede a Brackley continua a regnare con forza, grazie ad una monoposto fenomenale. é Valtteri Bottas a concludere in testa questa terza giornata a Barcellona, chiudendo il cerchio con il dominio Mercedes iniziato già dalla prima giornata. Il tempo segnato dal finlandese è di tutto rispetto, di 1:15.732, seguito a ruota (è proprio il caso di dirlo) da Lewis Hamilton.

Risultati tempi terza giornata di test di F1. Fonte: Twiter ufficiale F1

Dalla terza posizione in poi, incominciano le sorprese. Esteban Ocon su Renault si piazza sul podio virtuale, seguito da Lance Stroll che conferma uno stato di grazia della Racing Point e d a Kvyat, sull’Alpha Tauri. In sesta posizione troviamo un rinato Giovinazzi, che dimostra che la fiducia riposta in lui dall’ Alfa Romeo è stata ben riposta.

La Ferrari, invece è stata davvero deludente. Sebastian Vettel ha dovuto affrontare in mattinata il primo guasto al motore del 2020 e in seguito ha avuto difficoltà a riprendersi. Finisce in 13 posizione. Dietro di lui, solo Norris sulla McLaren e il rookie Nicholas Latifi sulla Williams.

Volante DAS Mercedes: non è finita

Durante la seconda giornata di test nel circuito di Montmelò la W11 ha mostrato un colpo di genio: un volante che si muove da solo e modifica l’inclinazione delle gomme, aiutando l’assetto dell’auto. La FIA, però, nonostante le prime lamentele, ha deciso di classificare il mezzo ingegneristico come “regolare”. D’altronde, senza novità non ci sarebbe innovazione.

Duarante la giornata di oggi, invece, sono girate nel paddock delle voci che non darebbero per certa la permanenza del volante DAS. Stando a queste indiscrezioni, il volante DAS potrebbe essere proibito già dal 2021.

Sarà sufficiente a fermare l’avanzata della Freccia d’Argento? Non crediamo proprio.