Ripresa Serie A, Assoagenti: “Calciatori in scadenza contratto 30 giugno possono rifiutarsi di giocare”

L’Assoagenti ha spiegato che i calciatori il cui contratto scade il 30 giugno 2020, quindi anche i calciatori in prestito, potranno anche rifiutarsi di giocare senza accordo tra le parti in cause

Serie A

Quasi nessuno ha ancora capito come funziona la situazione legata ai calciatori il cui contratto scade a giugno. Il motivo è semplice: dalla FIFA non è arrivata alcuna decisione ufficiale in merito, nessuna norma regolamentare.

Sicuramente, la raccomandazione di FIFA e UEFA, ma anche dell’ECA, è quella di trovare accordi privatamente sia con i calciatori in scadenza di contratto il 30 giugno, sia con i calciatori e le squadre proprietarie dei loro cartellini, i cui prestiti scadrebbero appunto a fine mese.

E’ normale che ci sia un gentlemen’s agreement tra le parti. O, almeno, così dovrebbe essere, ma non è detto che possa accadere l’inevitabile con squadre costrette a non poter schierare alcuni calciatori, che finirebbero anzitempo la propria stagione calcistica.

In tal senso, a quanto pare, in caso di mancato accordo tra le parti in causa, i calciatori sarebbero costretti a tornare nei rispettivi club di appartenenza, dove non potrebbero scendere in campo, così come i calciatori in scadenza di contratto a giugno potrebbero sì accasarsi in un nuovo club, ma senza poter giocare.

Anche il presidente dell’Assoagenti, Beppe Grillo, ha evidenziato queste possibilità, visto che i calciatori potrebbero addirittura rifiutarsi di scendere in campo:

In questo momento un qualsiasi giocatore in scadenza al 30 giugno può dire arrivederci. La Federazione dovrebbe intervenire sul prolungamento dei contratti, ma finora solo parole.

I giocatori in teoria possono rifiutarsi di giocare oltre la scadenza del proprio contratto. Copertura assicurativa? Ogni giocatore ha una sua polizza personale, quindi si gestisce con il proprio assicuratore. Ogni agente parlerà col proprio assicuratore per prolungare o fare una polizza aggiuntiva. 

I nuovi acquisti possono aggregarsi, ma non possono scendere in campo. Almeno non fino al termine del campionato 2019/20. L’intervento della Federazione è fondamentale. 

Proroga dei contratti? Noi agenti abbiamo fatto diverse richieste e stiamo aspettando un incontro con la Federazione. Finora zero risposte, hanno parlato tutti, gli agenti non sono mai stati interpellati. Il giocatore è tutelato dall’agente, non da altri personaggi, quindi la Federazione dovrebbe fare un po’ di attenzione in tal senso

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia