Parma: scoppia il caso Karamoh

Scoppia il caso Karamoh a Parma. Il giovane attaccante ex Inter, giunto in estate con la formula del prestito con obbligo di riscatto fissato a 13 milioni, sarà sanzionato dalla società emiliana per motivi disciplinari. A far terminare la pazienza, dopo i vari ritardi registrati negli scorsi giorni, è stata la totale assenza all’allenamento svoltosi nella giornata di ieri.


Probabilmente s’aspettava un inizio differente il classe 98, utilizzato per soli 5 minuti durante le prime partite di campionato. Ma a giustificare le costanti panchine in favore di Kulusevski vi sono i suoi atteggiamenti “poco sportivi”, tra l ‘altro non nuovi. Già nello scorso febbraio si era ritrovato ai margini del Bordeaux, suo ex club, prima per una lite scoppiata con il vice-allenatore, poi per aver anteposto lo shopping agli allenamenti. Dopo quanto fatto pare non aver ancora imparato la lezione e, almeno per il momento, lo attendono tempi duri.
 
COMUNICATO
“Yann Karamoh, dopo i ripetuti e reiterati ritardi agli allenamenti nelle scorse settimane, nella giornata odierna non si è presentato all’allenamento. La società, che ha sempre messo il rispetto delle dinamiche di gruppo davanti ad ogni interesse individuale, provvederà a sanzionare il giocatore per la violazione delle norme disciplinari, riservandosi ogni diritto a sua tutela”

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€