Olimpiadi invernali Pechino 2022: nuovi focolai Covid in Cina

A poco più di due mesi dalle Olimpiadi invernali c’è allerta nella Terra del “Dragone” per l’insorgere di nuovi focolai infettivi che hanno comportato un aumento dei contagi. Annullate le maratone di Wuhan e Pechino, mentre il Governo ordina nuovi lockdown localizzati.

Lockdown “localizzati” e rinnovate restrizioni agli spostamenti: il Governo cinese ha deciso di prevenire una nuova ondata di contagi dopo che il numero dei casi positivi, legati tutti al diffondersi della variante Delta, è salito nelle ultime 24 ore di 35 unità. Numeri contenuti rispetto al resto del mondo, ma che impongono alle autorità massima cautela, visto che il Paese è atteso, a partire dal prossimo 4 febbraio e fino al 20 dello stesso mese, alla grande sfida dei Giochi Olimpici invernali.

Per garantire lo svolgimento in piena sicurezza dell’evento sportivo, e scongiurare l’ipotesi di un rinvio come toccato in sorte ai Giochi olimpici estivi, la Cina ha deciso di attuare un “approccio zero” nei confronti del virus. Ciò significa che il Governo intende debellare l’infezione, rendendo le vaste zone del Paese completamente “Covid-free”, senza alcun nuovo caso registrato fino allo svolgimento dei Giochi.

Beijing 2022 Olympics.svg
Logo ufficiale Olimpiadi invernali Pechino 2022

A tal scopo sono state rinviate due delle manifestazioni sportive più attese del Paese: la maratona di Wuhan, epicentro dell’infezione nel dicembre 2019, e la maratona di Pechino. Due eventi che avrebbero dovuto raccogliere 56.000 persone provenienti da tutta la Cina ma che, come affermato dagli organizzatori, sono stati rinviati a data da destinarsi per “Prevenire il rischio di diffusione dell’epidemia”.

L’approccio rigido ha portato i vertici politici ad ordinare nuovi lockdown nel Nord del Paese, soprattutto nelle aree della Mongolia interna, dove sono stati registrati 19 casi (zero decessi) nelle ultime 24 ore. Sospesi nelle stesse aree anche i servizi di taxi e autobus, mentre il Governo ha vietato gli spostamenti nelle cinque zone dove sono stati rilevati contagi, tra cui la stessa capitale, Pechino.

L’origine del nuovo focolaio sarebbe stata individuata in un gruppo di turisti che, circa dieci giorni fa, hanno effettuato voli da Shangai a Xi’an, nella provincia dello Gansu, e poi nelle aree della Mogolia interna.

Pechino si appresta a diventare la prima città della storia ad ospitare un’edizione dei Giochi olimpici estivi (2008) ed invernali. Un’impresa epocale, per la quale la Cina ha promosso anche un piano di sviluppo degli sport invernali, mirando a coinvolgere 300 milioni di persone nella pratica degli stessi, e che quindi vuole portare a termine in assoluta sicurezza.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€