Nizza-Napoli 0-2, voti e pagelle: decisivi Callejon e Insigne, Balotelli e Sneijder inesistenti

Sommario
  1. Napoli
  2. Nizza

Nizza-Napoli: “Un match che vale una stagione”, queste le parole di Sarri durante la conferenza stampa. L’imperativo era vincere e passare indenni questi preliminari. I playoff erano quasi un tabù e il Nizza era pronto a fare il colpo, dopo la sconfitta dell’andata nulla era perduto, ma contro un Napoli in formato Europa e con un gioco che da spettacolo,per Les Aiglons l’impresa era davvero difficile.

Gli azzurri riescono nell’impresa, nessuno mai era riuscito a superare i playoff di Champions e vincere la prima giornata di campionato. Comincia così la stagione azzurra con gli uomini di Sarri che non smettono di stupire, con un collettivo compatto e sempre pronto a difendere ed attaccare tutto insieme, solo voti alti per gli azzurri di Sarri questa sera:

Napoli

Pepe REINA 6,5 – Ordinaria amministrazione fino ai minuti finali, quando dice di no al neo entrato Ganago. Sempre attento nonostante gli scarsi pericoli provocati dal Nizza.

Elseid HYSAJ 6 – Tutto sommato bene, diversamente da Verona. Fa il suo in marcatura e sostiene l’azione offensiva. Ha però qualche difficoltà con le accelerazioni di Saint-Maximin.

Raul ALBIOL 7 – Solo un errorino nella sua partita, a inizio ripresa. Poi, di lui si ricordano solo chiusure preziose, l’ottima intesa con Koulibaly e tanta tranquillità nell’iniziare l’azione da dietro. Sicurissimo.

Kalidou KOULIBALY 7 – Interventi su interventi, scivolate su scivolate, un uso del corpo che spaventa gli attaccanti avversari. In primis Balotelli, che con lui ha vita difficilissima. Soffre qualcosina solo nel finale, facendosi ammonire.

Faouzi GHOULAM 7 – Attento su Walter, da lui annullato dall’inizio alla fine, e sempre propositivo: i suoi cross al bacio farebbero la fortuna di ogni attaccante. Anche di Insigne, che grazie a lui firma lo 0-2.

ALLAN 7 – Presente con la testa e con le gambe in entrambe le fasi: controlla bene la propria zona, non mancando di proporsi – specialmente nel primo tempo – con incursioni ficcanti (dal 71′ Marko ROG s.v.)

JORGINHO 7 – Suda poco, fa sudare tanto il pallone. E la manovra del Napoli ne risente positivamente. Fondamentale la sua capacità di filtro, distribuzione e partecipazione alla manovra (dall’85’ Amadou DIAWARA s.v.)

Marek HAMSIK 7 – In palla. Gioca tanti palloni e molti di questi li gestisce al meglio. Collaudati gli scambi con Insigne, preziosissima la sovrapposizione che porta al vantaggio di Callejon (dal 63′ Piotr ZIELINSKI 6,5 – Ottimo il modo in cui entra subito in partita: con un assist più bello dell’altro lascia Insigne due volte davanti alla porta. Però rischia di combinare la frittata quando propizia l’occasione di Ganago)

José Maria CALLEJON 6,5 – Fatica a concretizzare le azioni che si crea, ma è comunque il solito Callejon: vivo, instancabile. Premiato dal gol che stronca definitivamente le residue speranze del Nizza.

Dries MERTENS 6 – Fa ammattire i difensori di casa e si danna l’anima alla ricerca del gol, ma senza trovarlo. Tante le occasioni, qualcuna sprecata abbastanza malamente. Ma c’è pure un po’ di sfortuna: quel palo a inizio ripresa grida ancora vendetta.

Lorenzo INSIGNE 7,5 – Potrebbe segnare due, tre, quattro gol già nella prima ora di gioco. E invece aspetta il finale per rendere giustizia all’ennesima prestazione di fuoco: la sua vivacità e i suoi guizzi rendono la zona destra del Nizza un inferno. È in uno stato di forma strepitoso.

All. Maurizio SARRI 7,5 – Aveva chiesto ai suoi di non pensare al risultato dell’andata ed è stato accontentato. Il suo Napoli è una gioia per gli occhi. Per il secondo anno di fila, la Champions sbarca al San Paolo.

 

Nizza

Cardinale 6; Souquet 5, Dante 5,5, Le Marchand 5,5, Jallet 6; Seri 5, Tameze 5 (67′ Lees-Melou 5,5); Walter 5 (79′ Marcel s.v.), Sneijder 5,5, Saint-Maximin 6,5; Balotelli 5 (77′ Knepe Ganago 5,5). All. Favre 5