NBA 2017/18, recap 22 Novembre: Cadono Celtics e Warriors. Bene Cavs e Rockets

Overdose di NBA nella notte, con addirittura 28 franchigie su 30 impegnate e la bellezza di 14 partite disputate. Non sono affatto mancate le sorprese. A cominciare dall’AmericanAirlines Arena di Miami, dove gli Heat hanno posto fine alla serie di 16 vittorie consecutive dei Boston Celtics. Trascinati dal duo Dragic-Waiters (rispettivamente 27 e 26 punti a referto), i floridiani controllano gran parte del match, chiudendo il terzo quarto sul +16 (63-79); con un break di 16-2, però, Boston la rimette in piedi (90-91 a 3’14” dalla fine), per poi soccombere definitivamente nel finale. Ai Celtics non bastano Irving (23) e Tatum (18+7 rimbalzi). Cadono pesantemente i Golden State Warriors, travolti alla Chesapeake Energy Arena di Oklahoma City dai Thunder, sospinti dalla furia agonistica di Russell Westbrook (34+10 rimbalzi e 9 assist), ben coadiuvato da Anthony (22) e da George (20+11 rimbalzi). Sotto anche di 26 a fine terzo quarto, ai californiani non sono stati sufficienti Curry (24+6 assist) e Durant (21), in una serata no caratterizzata dalle troppe palle perse (22) e dalla scarsa vena da tre (10/31, 32.3%).

Nella serata che vede fermarsi dopo 16 W di fila i Celtics, i Thunder abbattono i Warriors con un Westbrook incontenibile (foto da: theplayoffs.com.br)

Certificano l’uscita dalla crisi d’inizio stagione i Cleveland Cavaliers che, alla Quicken Loans Arena, battono i Brooklyn Nets ed ottengono il 6° successo in fila. C’è voluto il miglior LeBron James (33 punti dei quali addirittura 23 nel quarto periodo) per consentire a Cleveland di imporsi, aiutato da Love (18+10 rimbalzi) e da Wade (18); per gli ospiti, bene Hollis-Jefferson (20+6 rimbalzi) e Harris (18). Tutto facile per gli Houston Rockets al Toyota Center, archiviando la pratica Denver Nuggets dopo un tempo (40-75 al 24′). Sugli scudi Ariza (25), Paul (23+12 assist) e Harden (21+9 assist e 8 rimbalzi); nei Nuggets si salva Barton (20+6 rimbalzi). Sconfitta per i San Antonio Spurs, battuti allo Smoothie King Center di New Orleans dai Pelicans. Dopo un ottimo avvio (29-19 al 12′), i texani crollano nella parte centrale del match, subendo un parziale di 30-68 tra secondo e terzo quarto. In evidenza, come al solito, le Twin Towers della Louisiana, Anthony Davis (29+11 rimbalzi) e DeMarcus Cousins (24+15 rimbalzi). Rudy Gay (19) è il migliore per San Antonio.

Un super Joel Embiid (28+12 rimbalzi), spalleggiato da un ancora convincente Ben Simmons (16+9 assist e 8 rimbalzi), trascina i Philadelphia 76ers alla 10.ima vittoria stagionale, battendo al Wells Fargo Center i Portland Trail Blazers. Lillard ne mette 30 (11/27 dal campo) ma non basta. Altalena di emozioni al Target Center di Minneapolis. I Minnesota Timberwolves, dopo essersi portati sul +26 grazie ad un terzo periodo da 18-41 di parziale, rischiano di subire una clamorosa rimonta, con gli Orlando Magic che risalgono fino al -4, pur se a soli 7″ dal termine. Gran prova di tutto il quintetto titolare per Minnesota: Butler (26), Gibson (24+9 rimbalzi), Teague (22+11 assist), Wiggins (20+6 rimbalzi) e Towns (18+13 rimbalzi). Per i Magic, al 6° ko di fila, risultano inutili le prove di Gordon (26+9 rimbalzi), Ross (22+6 rimbalzi) e Fournier (19). Finiscono ko anche i Washington Wizards, battuti dopo un overtime dagli Charlotte Hornets alla Time Warner Cable Arena. La partita è molto combattuta, anche se gli ospiti, sospinti da Wall e Beal (alla fine 31+11 assist e 22), sfiorano più volte la double-digit di vantaggio nel quarto periodo. Due liberi di Kemba Walker (24 con 8/22 per lui) con 2″ da giocare conducono il match all’overtime, dove gli Hornets la chiudono con un break di 10-15. Molto bene anche Howard (26+13 rimbalzi) e Lamb (24+7 rimbalzi).

 Al Madison Square Garden, i New York Knicks riescono a sconfiggere i Toronto Raptors, volando via nel terzo quarto (10-41 il parziale); non basta ai canadesi un tardivo tentativo di rientro negli ultimi 12′. Trascinano la squadra di coach Hornacek Hardaway Jr. (38+7 assist e 6 rimbalzi) e Porzingis (22+12 rimbalzi); Lowry (25+10 rimbalzi) e DeRozan (18+6 rimbalzi) sono i migliori nei Raptors. Dopo nove sconfitte consecutive, tornano ad assaporare il gusto della vittoria i Los Angeles Clippers, che espugnano il parquet degli Atlanta Hawks. Un Blake Griffin in tripla doppia (26+10 rimbalzi ed altrettanti assist), sostenuto da Johnson (24), Williams (20+8 rimbalzi) e Jordan (14+16 rimbalzi), trascina gli angeleni, mentre per i padroni di casa i migliori risultano Belinelli (20) e Schroder (19+7 assist). Finisce dopo un overtime anche il match della Talking Stick Resort Arena di Phoenix, dove i Milwaukee Bucks, pur senza Antetokounmpo, hanno avuto la meglio sui Suns. La tripla di Booker quasi sulla sirena porta il match sul 105-105, ma nei 5′ di extra time gli ospiti rifilano un 8-2 di parziale agli avversari. In grande evidenza Middleton (40+9 rimbalzi) e l’ex Bledsoe (30+7 assist e 6 rimbalzi); Booker (23), l’altro ex Monroe (22+15 rimbalzi) e Warren (20+11 rimbalzi) non evitano il ko a Phoenix.

Vittoria sul filo di lana per i Dallas Mavericks, corsari al FedEx Forum di Memphis contro i Grizzlies. Dopo aver rimediato ad un avvio infelice con un ottimo terzo quarto (35-16 il parziale), i texani la portano a casa grazie al buzzer-beater di Barnes (22+9 rimbalzi). Evans (18+9 rimbalzi e 7 assist) non basta ai ragazzi di coach Fizdale. Al Golden 1 Center di Sacramento, i Kings la spuntano sui Los Angeles Lakers, presi sulle spalle dal duo formato da Cauley-Stein (26+6 rimbalzi) e da Randolph (22+7 rimbalzi e 7 assist); Caldwell-Pope (20) è il migliore per i purple-and-gold. Infine, alla Vivint Smart Home Arena di Salt Lake City, gli Utah Jazz mandano al tappeto i Chicago Bulls con pochi affanni. Favors (23+7 rimbalzi) e Hood (19) sono ancora una volta i top-scorer per Utah; per gli ospiti, discreto Robin Lopez (15 con 6/9 dal campo).

Di seguito, il riepilogo delle sfide della notte:

WASHINGTON WIZARDS (10-8) @ CHARLOTTE HORNETS (8-9) 124-129 OT

BROOKLYN NETS (6-11) @ CLEVELAND CAVALIERS (11-7) 109-119

PORTLAND TRAIL BLAZERS (10-8) @ PHILADELPHIA 76ERS (10-7) 81-101

LOS ANGELES CLIPPERS (6-11) @ ATLANTA HAWKS (3-15) 116-103

BOSTON CELTICS (16-3) @ MIAMI HEAT (8-9) 98-104

TORONTO RAPTORS (11-6) @ NEW YORK KNICKS (10-7) 100-108

DENVER NUGGETS (10-8) @ HOUSTON ROCKETS (14-4) 95-125

DALLAS MAVERICKS (4-15) @ MEMPHIS GRIZZLIES (7-10) 95-94

ORLANDO MAGIC (8-10) @ MINNESOTA TIMBERWOLVES (11-7) 118-124

SAN ANTONIO SPURS (11-7) @ NEW ORLEANS PELICANS (10-8) 90-107

GOLDEN STATE WARRIORS (13-5) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (8-9) 91-108

MILWAUKEE BUCKS (9-8) @ PHOENIX SUNS (7-12) 113-107 OT

CHICAGO BULLS (3-13) @ UTAH JAZZ (8-11) 80-110

LOS ANGELES LAKERS (8-11) @ SACRAMENTO KINGS (5-13) 102-113

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo