NBA 2016/17, risultati 9 Dicembre: Westbrook eguaglia MJ, ma vincono i Rockets. Volano i Cavs

Tra le nove partite previste nella notte NBA, spiccava sicuramente la sfida della Chesapeake Energy Arena, che metteva di fronte Thunder e Rockets, Russell Westbrook e James Harden. A spuntarla sono stati i texani che, dopo un inizio in equilibrio, hanno preso in mano le redini del match, allungando fino al +13 in avvio di quarto periodo (90-77). OKC, però non si è persa d’animo, rientrando fino al -1 (96-95 a 2’46” dalla fine). Il finale punto a punto, però, premia i Rockets, nelle cui fila brilla il solito Harden, quasi in tripla doppia (21+12 assist e 9 rimbalzi). Dall’altra parte, Westbrook fa la storia, eguagliando le sette triple doppie di fila di Michael Jordan nel 1989 (27+10 rimbalzi ed altrettanti assist), ma commette anche i due errori decisivi nell’ultimo minuto; bene anche Adams per i Thunder (24+10 rimbalzi). Match molto interessante anche al TD Garden di Boston, dove i Celtics, ancora privi di Thomas, ospitavano i Raptors. Ebbene i canadesi, dopo aver chiuso sotto di 8 il primo tempo (42-50), mettono la freccia nel terzo periodo (33-18 il parziale), per poi controllare la reazione degli avversari. Sugli scudi sempre loro, Lowry (34+7 rimbalzi) e DeRozan (24), con in più Norman Powell (20); a coach Stevens non sono bastati Horford (19+7 rimbalzi e 6 assist) e Bradley (19).

Non è bastata la settima tripla doppia di fila di Russell Westbrook ai Thunder. A spuntarla sono stati i Rockets dell’ex Harden (foto da: nba.com)

Vittoria in scioltezza per i Cavaliers che, alla Quicken Loans Arena, travolgono con un emblematico +30 i Miami Heat, in quello che fino a qualche anno fa era un big match della Eastern Conference. Cleveland, ormai fuori dalla mini crisi della settimana scorsa, vola grazie ai suoi Big Three, ovvero Love (28+15 rimbalzi), James (27+8 rimbalzi ed altrettanti assist) e Irving (23); negli Heat si salva solo Derrick Williams (17). Bene anche gli Hornets, vittoriosi alla Time Warner Cable Arena contro i Magic. Un successo maturato tra terzo e quarto periodo, con i ragazzi di coach Clifford che toccano il +29 a 6’20” dalla fine (72-101). In evidenza Kidd-Gilchrist (16+7 rimbalzi) e Batum (16+9 rimbalzi e 7 assist), con Belinelli che mette insieme 7 punti e 3 rimbalzi in 21′; per i floridiani, il migliore è Fournier (14). Secondo successo in fila per gli Hawks, che espugnano il BMO Harris Bradley Center, casa dei Milwaukee Bucks. Trascinati dal career-high di Schroeder (33) e da Millsap (23+14 rimbalzi e 6 assist), gli Hawks, con un grande secondo tempo (70-46) ribaltano il -20 dei primi 24′. Ai locali non basta Jabari Parker (27). Al Target Center di Minneapolis, invece, i Pistons l’hanno spuntata sui Twolves, anche loro grazie ad un’ottima seconda frazione di gara (68-47 il parziale). Gran serata per Andre Drummond (22+22 rimbalzi), mentre i meno peggio per Minnesota sono risultati Wiggins (16) e Towns (14+12 rimbalzi).

Ancora due vittorie esterne, nella notte. Partiamo dai Knicks, che espugnano il Golden 1 Center di Sacramento al termine di un match equilibratissimo, con Gay che, a 3″ dalla fine, fallisce la bomba che avrebbe portato la sfida all’overtime. Decisivo Carmelo Anthony (33+7 rimbalzi), mentre per i Kings non è sufficiente Cousins (28+12 rimbalzi e 6 assist). Sorridono anche i Phoenix Suns, corsari allo Staples Center, dove affrontavano i Lakers. Ospiti che vanno in fuga tra secondo e terzo periodo, toccando il +18 a 5’35” dall’ultima pausa (78-61). I ragazzi di Walton provano la disperata rimonta nel finale, arrivando massimo fino al -2 (115-113 a 17″ dal termine). Protagonisti della vittoria dei Suns sono Bledsoe (30+9 assist), Barbosa (21) e Len (14+13 rimbalzi); nei Lakers, il migliore per distacco è Louis Williams (35). Concludiamo con il match dell’American Airlines Center di Dallas, dove i Mavericks hanno battuto i Pacers. I texani allungano a partire dall’inizio del terzo periodo, fino a toccare il +12 (83-95) a 8’30” dalla fine. Gran partita, per i Mavs, del duo Matthews (26)-Barnes (25+8 rimbalzi); a Indiana non basta George (22+7 rimbalzi).

Di seguito, il riepilogo dei risultati della notte:

ORLANDO MAGIC (10-14) @ CHARLOTTE HORNETS (14-9) 88-109

MIAMI HEAT (7-16) @ CLEVELAND CAVALIERS (16-5) 84-114

TORONTO RAPTORS (16-7) @ BOSTON CELTICS (13-10) 101-94

ATLANTA HAWKS (12-12) @ MILWAUKEE BUCKS (11-10) 114-110

HOUSTON ROCKETS (16-7) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (14-9) 102-99

DETROIT PISTONS (13-12) @ MINNESOTA TIMBERWOLVES (6-17) 117-90

INDIANA PACERS (11-12) @ DALLAS MAVERICKS (5-17) 103-111

PHOENIX SUNS (7-16) @ LOS ANGELES LAKERS (10-15) 119-115

NEW YORK KNICKS (13-10) @ SACRAMENTO KINGS (8-14) 103-100

*Tra parentesi, i record delle varie squadre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo