NBA 2016/17, risultati 11 Marzo: il big match delle seconde linee va agli Spurs. Cavs ok

Ben dodici le partite in cartellone nella notte NBA dell’11 Marzo 2017. I riflettori erano ovviamente puntati sull’AT&T Center di San Antonio, dove gli Spurs hanno ospitato i Warriors, nella sfida che metteva di fronte le squadre con i due migliori record della Lega. Ebbene, un pò tutti sono rimasti delusi, a causa delle tante assenze in campo: forzate per i texani, con Aldridge out a tempo indeterminato per un’aritmia cardiaca e Leonard a riposo per commozione cerebrale; volute per i californiani, con Kerr che ha tenuto fuori contemporaneamente Curry, Green e Thompson. La partita ha avuto ben poca storia, con San Antonio avanti 44-64 alla fine del primo tempo, con Mills top-scorer (21); a Golden State, nella serata del minimo stagionale come punti e triple realizzate, non basta Clark (36). Per i Warriors è comunque una sconfitta sanguinosa, perchè permette agli Spurs di portarsi ad appena mezza partita di distanza, oltre che a valere la terza sconfitta di fila (2-5 senza KD in campo), evento che non accadeva dal Novembre 2013.

Patty Mills in layup nel match di stanotte con i Warriors. Con 21 punti, l’australiano è stato il migliore dei suoi nel successo sui californiani (foto da: video.kwesesports.com)

Tornano alla vittoria i Cavaliers, che espugnano l’Amway Center, casa dei Magic. Il trascinatore, ovviamente, non poteva che essere LeBron James, alla 51° tripla doppia in carriera (24+13 assist e 12 rimbalzi); bene anche Irving (22+8 rimbalzi e 7 assist). Vucevic (20+16 rimbalzi) è il migliore per Orlando. Un superbo Westbrook, alla 32° tripla doppia in stagione (33+14 assist e 11 rimbalzi), sospinge i Thunder ad una fondamentale vittoria in chiave Playoff sui Jazz alla Chesapeake Energy Arena. Una partita dominata da OKC, grazie anche alle prove positive di Oladipo (22) e Kanter (16+6 rimbalzi). Alla squadra di Salt Lake City non bastano Exum (22) e Burks (21+7 rimbalzi). Quinta vittoria di fila con giallo per i Wizards, ancora a segno, stavolta al Moda Center contro i Blazers. Motivo del contendere il canestro della vittoria di Markieff Morris (13+11 rimbalzi), arrivato a 4 decimi di secondo dalla fine dell’overtime; a detta dei giocatori di casa (avvalorati da un chiarissimo replay), nel movimento Morris ha toccato la linea di fondo, ma gli arbitri non hanno ritenuto l’episodio tra quelli rientranti di ‘istant replay’. Washington, sotto di 21 lunghezze all’intervallo lungo, hanno compiuto una grande rimonta, trascinati dal trio Wall (39+9 assist)-Beal (26+6 assist)-Porter Jr. (18+10 rimbalzi). Il duo McCollum (34+6 assist)-Lillard (33+7 assist) non evita la sconfitta a Portland.

Rispettano il pronostico i Los Angeles Clippers, vittoriosi allo Staples Center sui Sixers. All’interno di un amtch deciso nell’ultimo quarto (21-37 il parziale), sono Paul (30+7 assist) e Jordan (19+20 rimbalzi) a mettersi in evidenza, mentre negli ospiti il migliore è Holmes (24+9 rimbalzi). Non conosce praticamente ostacoli la risalita degli Heat, che stendono, all’AmericanAirlines Arena, i Raptors. Avanti di 22 alla fine del terzo quarto (63-85), i floridiani hanno avuto in Waiters (20) il top-scorer; ai canadesi, DeRozan (17 con 5/16 dal campo) non basta ad evitare la 4° sconfitta nelle ultime 6 uscite. E’ crisi per i Grizzlies. Al FedEx Forum, la squadra di coach Fizdale perde per la 5° volta di fila (3-7 nelle ultime 10), cedendo nettamente agli Hawks. Prince (17), Millsap (16+11 rimbalzi e 6 assist) e Schroder (16+8 assist e 7 rimbalzi) conducono Atlanta ad una vittoria importante; JaMychal Green (20+11 rimbalzi) e Conley (16) risultano inutili ai padroni di casa. Al Palace di Detroit, i Pistons battono i Knicks e raggiungono il 50% di vittorie. La squadra di casa, sospinta da Harris (28+7 rimbalzi), Drummond (24+15 rimbalzi) e Jackson (19+8 assist), chiude la pratica negli ultimi 12′ (11-23 il parziale). Per la squadra della Grande Mela, il migliore risulta Porzingis (18+6 rimbalzi e 6 stoppate).

Continua la rincorsa ai Playoff di Nuggets e Bucks. La squadra di Mile High City espugna il Golden 1 Center di Sacramento, sconfiggendo i Kings grazie a Gary Harris (24) e Jokic (20+14 rimbalzi); positivo Gallinari (15). Ai californiani non bastano Hield (17+6 rimbalzi) ed Evans (16). Al BMO Harris Bradley Center di Milwaukee, invece, i ragazzi di coach Kidd ottengono la 6° W di fila, mandando al tappeto i Twolves grazie a Snell (19+6 rimbalzi) ed Antetokounmpo (18+7 assist). Gli ospiti finiscono ko nonostante Towns (35+14 rimbalzi) e Rubio (22+8 assist). Successo esterno per i Pelicans che, all’overtime, violano il parquet della Time Warner Cable Arena, casa degli Hornets. Una sfida equilibrata, con Kemba Walker (24+12 assist e 8 rimbalzi) che porta le squadre al supplementare, deciso poi da un super Anthony Davis (9 nell’OT, 46 in totale, con 21 rimbalzi). Per gli ospiti, si mettono in luce anche Jordan Crawford (19+6 assist) e Holiday (15+13 assist); per Charlotte, invece, bene anche Marvin Williams (27+10 rimbalzi), Batum (24+8 assist e 6 rimbalzi); 12 punti per Belinelli. Infine, all’American Airlines Center di Dallas, i Mavericks vengono sconfitti da un jumper di Booker (36) a 1.4 secondi dalla sirena, che regala così la vittoria #22 ai Suns. Nowitzki (23+11 rimbalzi) e Barnes (23+7 rimbalzi) non bastano ai texani.

Di seguito, il riepilogo dei risultati della notte:

UTAH JAZZ (41-25) @ OKLAHOMA CITY THUNDER (37-29) 104-112

PHILADELPHIA 76ERS (23-42) @ LOS ANGELES CLIPPERS (40-26) 100-112

NEW YORK KNICKS (26-40) @ DETROIT PISTONS (33-33) 92-112

NEW ORLEANS PELICANS (26-40) @ CHARLOTTE HORNETS (29-37) 125-122 OT

CLEVELAND CAVALIERS (43-21) @ ORLANDO MAGIC (24-43) 116-104

MINNESOTA TIMBERWOLVES (27-38) @ MILWAUKEE BUCKS (32-33) 95-102

TORONTO RAPTORS (38-28) @ MIAMI HEAT (32-34) 89-104

GOLDEN STATE WARRIORS (52-14) @ SAN ANTONIO SPURS (51-14) 85-107

ATLANTA HAWKS (37-29) @ MEMPHIS GRIZZLIES (36-30) 107-90

PHOENIX SUNS (22-44) @ DALLAS MAVERICKS (28-37) 100-98

WASHINGTON WIZARDS (41-24) @ PORTLAND TRAIL BLAZERS (28-36) 125-124 OT

DENVER NUGGETS (31-35) @ SACRAMENTO KINGS (25-41) 105-92

*Tra parentesi, i record delle varie squadre. 

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo