Napoli-Salisburgo 1-1, voti e pagelle: partenopei virtualmente qualificati

Napoli-Salisburgo finisce 1-1: ad Haaland risponde Lozano che permette ai partenopei di qualificarsi virtualmente agli ottavi di finale. Basterà infatti un pareggio contro il Liverpool nel prossimo turno per approdare alla fase a eliminazione diretta di questa Champions League 2019-2020

Una vittoria avrebbe fatto sicuramente più comodo alla squadra di Carlo Ancelotti, ma tant’è. I partenopei sotto di un gol a causa di un rigore trasformato dal solito Haaland (voci di mercato lo vedono vicino alla Juventus) in seguito ad un ingenuo fallo di Koulibaly, recuperano la gara sul finire del primo tempo grazie ad un bel gol del messicano, Hirving Lozano  che sigla il suo secondo gol stagionale con la maglia del Napoli, il primo al San Paolo dopo quello rifilato alla Juve alla seconda giornata di campionato.

Gli azzurri scivolano al secondo posto nel Girone E, scavalcati dal Liverpool di Jurgen Klopp che, ad Anfield, ha battuto 2-1 il Genk grazie alle reti di Wijnaldum e Oxlade-Chamberlain.

Napoli-Salisburgo, voti e pagelle
Napoli-Salisburgo, 4° giornata di Champions League

Voti e pagelle Napoli-Salisburgo: migliori e peggiori

MIGLIORI NAPOLI

Lozano 7: quello visto ieri contro gli austriaci è il Lozano che tutti i napoletani vorrebbero vedere sempre. Corre, tira e segna pure. Gioca una partita più che ottima. Finalmente. 

Mertens 6: con Lozano formano una coppia non certo forte fisicamente, ma fantasiosa quanto basta per far fare al Napoli un passo decisivo verso gli ottavi di finale.

Insigne 6: il capitano azzurro è sicuramente uno dei migliori in campo in Napoli-Salisburgo. Ispirato più che mai, il 24 partenopeo inventa, tira e serve assist. Si divora anche l’impossibile, ma la sua prova è più che sufficiente. Promosso.

PEGGIORI NAPOLI

Koulibaly 5: altra prova da dimenticare per il forte difensore senegalese che non gioca certo una buona partita. Atterra Hwang in area di rigore con un intervento tanto rude, quanto inutile. Che ti succede Kalidou?

Mario Rui 5: partita da archiviare al più presto anche per il terzino portoghese che praticamente è come se non fosse in campo. Rimandato.

Fabian Ruiz 5,5: il giovane centrocampista spagnolo gioca una discreta partita a dire la verità, ma è impreciso in più di un’occasione. Da uno come lui ci si aspetta di più.

Migliori e peggiori Salisburgo 

MIGLIORI 

Hwang 6,5: l’esterno sudcoreano è uno dei più ispirati della sua squadra. Tecnica invidiabile e buona velocità fanno del classe ’96 una continua spina nel fianco per la difesa azzurra. Koulibaly lo atterra in area (in maniera un po’ ingenua) e l’arbitro non può che fischiargli il rigore a favore. Promosso a pieni voti. 

Minamino 6,5: prova più che sufficiente anche per il giapponese che con i suoi inserimenti crea non poche difficoltà alla retroguardia azzurra. Bene così.

Wober 7: prova perfetta del giovane difensore austriaco che chiude bene su più di qualche folata offensiva napoletana. Pericoloso quando sale sui calci d’angolo. 

PEGGIORI

Haaland 5,5: sigla su rigore il suo settimo gol in questa Champions League, dopodiché scompare totalmente dal campo. Da uno che è stato valutato 100 milioni ci si aspetta di più. Non benissimo.

Ulmer 5: l’esperto difensore austriaco non gioca una buona gara, infatti non riesce mai ad essere pungente sulla sua corsia e Callejon gli sfugge via in più di un’occasione.  

Pongracic 4,5: al suo esordio in Champions League, il giovane difensore croato non brilla affatto. Lozano e Insigne lo mandano in grossa difficoltà e in più si fa anche ammonire. Esce alla fine del primo tempo. 

 

 

 

Nicola Patrissi

Informazioni sull'autore
"Non è tanto chi sei, quanto quello che fai che ti qualifica". Giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Basilicata. Laureato in Lettere Moderne. Amo la scrittura, la fotografia e il calcio.
Tutti i post di Nicola Patrissi