Napoli-Leicester, prepartita Spalletti: “Partita dove servirà una mente lucida. Fiducioso per il recupero di Osimhen”

Il Napoli si gioca il passaggio del girone di Europa League domani pomeriggio contro il Leicester. In attesa di buona notizie da Varsavia, gli azzurri devono assolutamente vincere per passare da primi, evitando i playoff a febbraio. Luciano Spalletti ha parlato alla vigilia della sfida contro gli inglesi.

Ultimo treno per l’Europa. Al Napoli rimane solo la partita contro il Leicester per continuare il percorso europeo. Contro gli inglesi bisognerà vincere ma tutto dipenderà anche dalla sfida tra Legia Varsavia e Spartak Mosca. Tutto aperto nel girone C con il Napoli che ha 7 punti, così come lo Spartak, mentre proprio i Foxies sono primi a soli 8 punti. Chiude il Legia a 6 punti. Proprio la vittoria dei polacchi potrebbe rendere le cose meno complicate ai partenopei.

La partita, dunque, resta fondamentale per Luciano Spalletti. I partenopei vengono dalle ultime giornate non proprio entusiasmanti. Il KO contro l’Atalanta e la rimonta contro il Sassuolo, complice anche i numerosi infortuni, hanno bloccato un campionato che stava procedendo nel migliore dei versi. Il mister si aspetta sicuramente un riscatto morale, viste le ultime uscite in campionato. Servirà, dunque, una mente lucida.

Tutte le gari hanno un aspetto fondamentale, ha ammesso Spalletti. Già contro l’Atalanta, la squadra aveva giocato ottimamente però non è riuscita a contenere lo strapotere fisico degli orobici. Dall’altra parte c’è il Leicester, una squadra che all’andata si è rivelata pericolosa e dove gli azzurri sono riusciti a pareggiare per 2-2. Non ci deve essere nessuna scoria post-Atalanta, ha ribadito il mister.

Quella di domani è una partita che farà la radiografia dell’anima. Così ha spiegato Spalletti come l’incontro di domani sia un crocevia per la stagione azzurra. O si è dentro o si è fuori, non c’è un’altra possibilità. Se si è forti, si lotta su ogni pallone senza mai cadere a terra. L’obbiettivo è sicuramente passare da primi in quanto si giocherebbe direttamente a marzo, evitando l’ostacolo playoff con la terza classificata dai gironi di Champions League.

Importante, però, è sicuramente il sostegno del pubblico. Sabato scorso proprio i tifosi, nonostante la sconfitta, hanno applaudito i giocatori per aver dato l’anima, nonostante tantissime assenze. Infatti, Spalletti spera di recuperare Insigne e Fabian Ruiz che stanno migliorando e svolgendo gli allenamenti. In panchina ritorna Manolas che si è ripreso dai problemi muscolari ma non giocherà titolare dal primo minuto.

Qualche spiraglio anche per Anguissa che però potrebbe recuperare solo in vista della gara contro il Milan. Ancora sott’osservazione, invece, Osimhen. Per il nigeriano resta comunque un cauto ottimismo per un suo recupero ma ci vorrà un bel po’ di tempo prima di rivederlo nuovamente in campo. Di Lorenzo, invece, sarà ancora una volta titolare. Il terzino italiano ha giocato sempre dalla prima giornata, senza mai fermarsi.

La panchina, però, è formata anche da giovani della Primavera che Spalletti vorrebbe lanciare. Alcuni sono davvero impressionanti e potrebbero dare una mano nei minuti finali della partita. Anche Ghoulam sembra dare cenni di miglioramenti. 90 minuti per decidere il destino del Napoli.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione